ll lavoro di squadra…premia

14 dicembre 2017 at 15:51

Daniele Gallenda – Executive Director BNI Italia

Inizia con il botto la prima riunione di novembre del capitolo L’Aresino; oltre 200.000,00 € di GAC e 50 referenze.

Non si creda che il valore di GAC sia dovuto a un’unica referenza andata a buon fine, infatti l’importo è stato raggiunto grazie ad un GAC importante in ambito edile di 158.620,00€, ma anche da altri 25 GAC per un totale di 49.000,00€

Un ringraziamento al nostro Paolo Maria Della Croce che ha permesso a Gianluca Ragona di compilare un GAC di tale cifra.

Al di là di numeri nudi e crudi, il capitolo L’Aresino è sinonimo di squadra affiatata, una riprova si ha nella percentuale dei rinnovi che, da due anni a questa parte, supera sempre il 70%, con punte che superano l’80%, inoltre dal novembre 2014 non è mai sceso sotto il colore giallo nei traffic light.

Ma il capitolo L’Aresino non è solo affiatamento, è anche qualità. Qualità che si traduce nel:

  • creare delle proprie rete d’impresa tra i membri dei vari power team
  • organizzando eventi verticali per i power team
  • organizzando eventi di networking speciali e coinvolgenti

E’ proprio da un’idea di Lella Manzotti che martedì 14 novembre ha visto la “luce” l’evento “Networking tour”, un evento di networking che cui possono partecipare tutti i membri dei capitoli presenti a Milano e provincia. L’obiettivo di questa “versione beta” è di farsi che a scadenze prefissate (ogni due mesi) un capitolo a turno, organizza l’evento presso un ristorante (meglio se membro del capitolo stesso) in cui, senza tavoli che andrebbero a suddividere il gruppo, si cena e si fanno dei semplici giochi impostati sui temi cari a BNI. I premi sono messi dei door price che ciascun partecipante porta.

Nella foto la squadra dell’Aresino, sotto il cartello che testimonia i risultati della prima riunione di novembre.

In scena: la prima del Capitolo BNI Binasco

14 dicembre 2017 at 15:20

Andrea Aglio – Laboratorio Grafico – Presidente BNI Binasco

Sono entusiasta di raccontare cosa è successo in occasione del lancio del nostro Capitolo BNI Binasco.

Per la nostra prima uscita tutti presenti: il nostro Assistant Director Salvatore Toti Licata, il nostro Executive Director Curzio Rositani, noi ovviamente tutti concentrati e tanti ospiti.

Partiamo proprio da martedì 17 ore 7…giorno del lancio 140 iscritti all’evento, risultato veramente sudato…e meritato!

Per noi finalmente era arrivato il momento di fare “il salto di qualità”. il Capitolo Attivo.

I membri e gli ospiti hanno vissuto una esperienza di prim’ordine che a mio parere ha dimostrato anche quanto “fossimo sul pezzo”, per impegno, serietà, voglia e coinvolgimento.

Direi che è andata molto bene…pensavamo di avere la sala piena, invece è stata “pienissima”… L’apporto dei compagni è stato veramente all’altezza anche se nessuno loro aveva mai organizzato nulla di simile..

Abbiamo ottenuto un gran bel risultato, tant’è che stiamo aumentando abbastanza velocemente e vogliamo arrivare alla soglia dei 40 entro breve!

La nostra squadra, come credo tutte le squadre che funzionano, è stata capace di correre nello stesso senso, precisi ed impeccabili…senza tutti loro il BNI Binasco non sarebbe tale…

Abbiamo raggiunto una consapevolezza dell’agire e del pensare che accorcerà decisamente molto i tempi per arrivare a regime, essendo comunque un capitolo neo costituito, che ha appena compiuto 60 giorni di vita…

Concludo con la testimonianza di un’ospite presente al lancio ed ora nostro Membro, Marco Fosso, Architetto Termotecnico.

E’ impossibile accostarsi a BNI Binasco senza accorgersi dell’entusiasmo e della proattività dei Membri. Durante la giornata di lancio di questo nuovo gruppo, ho riconosciuto persone disponibili e positive, con un tale senso di appartenenza al gruppo che il coinvolgimento è stato per me naturale. Ho quindi deciso di impegnarmi in questa avventura che deve la sua unicità al dinamismo e al rigore metodico che si ripete ogni settimana: segno della serietà nel ricercare occasioni di lavoro da parte di tutti i Membri”.

A chi (non) piace vincere?

14 dicembre 2017 at 15:07

Ciro Persiano – Assistant Director BNI Italia

Pensate al vostro gioco preferito: che sia un gioco da tavola, uno sport, un videogioco o una app. Provate a porvi queste domande: Perché mi piace così tanto? Perché non vorrei mai smettere di giocarci?

Le meccaniche di un gioco sono i principi – incluse regole e reazioni – che lo rendono divertente e irresistibile.

Se giochiamo bene guadagniamo dei punti. I tornei hanno classifiche che mostrano ai giocatori quale livello hanno raggiunto, come stanno andando e quanto loro manca per raggiungere l’obiettivo della vittoria.

Le meccaniche di gioco, più sono strutturate, più coinvolgono i giocatori rendendoli motivati e desiderosi di continuare.

Uno dei modi in cui le meccaniche di gioco riescono a motivare gli individui è intrinsecamente legato al gioco in sé: a tutti piace riuscire a conquistarsi qualcosa, avere prove concrete di un nostro progresso ci fa sentire bene.

Ma le meccaniche di gioco ci stimolano anche a livello interpersonale, favorendo il confronto sociale. Le persone non danno importanza solo a quello che stanno facendo, ma anche al proprio rendimento in confronto con gli altri. A loro piace riuscire in ciò che si fa perché gli permette di fare bella figura. Oltretutto, alle persone piace vantarsi dei risultati conseguiti.

Prima della pausa estiva, mi sono trovato a tirare le somme dopo un anno di attività di uno dei miei capitoli in conseguenza di un significativo ricambio di quei Membri che durante la loro partecipazione non erano riusciti a contribuire in termini di atteggiamento, ospiti e referenze.

La mia idea era individuare un esercizio di team building per consolidare la squadra. Mi sono quindi detto: è il momento giusto per sperimentare il BNI Game. BNI Game non è solo un gioco di squadra, ma si è rivelato un esercizio di team building molto efficace.

Vi ricordate la lezione delle oche di Milton Olson? “Se avessimo la stessa intelligenza delle oche, staremmo in gruppo con chi è diretto dove stiamo andando anche noi (accettando l’aiuto così come dando il nostro)”. Quello che è successo ai membri del BNI Challenge è che hanno lavorato con l’intelligenza delle oche, condividendo gli stessi obiettivi e lo stesso atteggiamento positivo, dandosi aiuto reciproco.

Il risultato ottenuto in sole 8 settimane è stato straordinario: +31% di One to One fatti, +695% di ospiti invitati, incremento del 57% di referenze scambiate (1,76 referenze per membro per settimana), incremento del 67% delle referenze esterne (1,30 referenze per membro per settimana). Ma il dato più interessante è il rapporto GAC/referenze che cresce del 60% raggiungendo il valore straordinario del 80,43%: quasi ogni referenza si trasforma in affare concluso! Oltre a tutto ciò, il capitolo BNI Challenge ha vinto il Power Team Drive 2017

Cosa posso dire di più: sono orgoglioso del gran lavoro che i membri di questo capitolo hanno fatto. Hanno deciso di mettersi in gioco per dimostrare il loro valore e dimostrare anche che

se ci credi, puoi ottenere i risultati che ti sei prefisso di raggiungere”.

Voglio concludere questa mia testimonianza dicendovi che il BNI Game nel capitolo BNI Challenge si è concluso il 25/10 u.s. Da quel momento non soltanto le performance continuano ad essere crescenti, ma le persone sono più consapevoli e motivate. Posso con immensa soddisfazione affermare che parte della lor Vision si è già realizzata: gli ospiti in visita sono attratti dal capitolo come calamite perché riscontrano un ambiente positivo, dinamico e produttivo, ma soprattutto persone che si mettono in gioco ogni giorno.”

Ad maiora!

 

 

BNI Italia goes mobile

14 dicembre 2017 at 14:49

Paolo Mariola – National Director BNI Italia

Ogni anno, in occasione del compleanno BNI, mi piace ripensare non soltanto all’anno che sta per concludersi ma anche a tutta la storia di BNI in Italia: gli inizi, i primi sviluppi, i primi Capitoli che si formavano prima a Milano e poi a Torino, fino ad arrivare ad oggi con sempre più Membri in Italia che scambiano referenze e generano business e sempre più riconosciuti anche a livello internazionale (durante l’ultima BNI Global Convention siamo stati premiati, anche quest’anno, tra le nazioni che hanno registrato il miglior sviluppo in termini di Capitoli e Membri).

Ricordo che quando iniziavo a parlare di BNI, ben 14 anni fa, una delle frasi che utilizzavo più spesso per descrivere la nostra organizzazione: network fisico. Questo per distinguere immediatamente BNI dai business social network online e per denotare il legame con concetti quali reciprocità, business e rapporti basati su relazioni professionali qualificate.

Nel corso di questi 14 anni BNI sia a livello italiano che internazionale ha fatto molti progressi in quanto organizzazione, investendo sempre di più nella formazione (sia dei Director che dei Membri), nel brand e nello sviluppo tecnologico.

Quest’ultimo in particolare ha rappresentato negli ultimi anni un elemento fondamentale anche per la gestione quotidiana delle attività di Capitolo. A livello internazionale infatti è stato avviato un processo di digitalizzazione che ha avuto come sua punta di diamante il rilascio della APP BNI Connect Mobile.

Da alcuni mesi, come sapete, BNI anche in Italia ha iniziato ad utilizzare sempre di più BNIConnect per Referenze, GAC e One to One online preparandosi ad una progressiva e graduale eliminazione di moduli e supporti cartacei.

Quale migliore occasione del compleanno per lanciare la APP anche in Italia?

Il 22 Novembre abbiamo presentato, durante la festa per i 14 anni di BNI, per la prima volta la APP BNIConnect Mobile, lanciata ufficialmente il 23 Novembre e disponibile per tutti i Membri BNI su Apple Store e Google Play.

Una APP pensata e disegnata per i Membri e per accompagnarli durante i momenti più importanti della vita di Capitolo quali lo scambio di referenze, la registrazione dei Grazie Affare Concluso, la registrazione dei One to One, e, ultimo ma non meno importante, l’invito o la registrazione dell’Ospite.

Un’innovazione, certamente, quella della APP BNI destinata a creare una vera e propria rivoluzione nella modalità di approccio a tutte le attività che fino a poco tempo fa si svolgevano durante la riunione di Capitolo.

Una rivoluzione, sì. Ma non un cambiamento di quella che è la vera essenza di BNI, che rimane sempre quel “network fisico” di cui avevo iniziato a parlare 14 anni fa. Non a caso uno dei nostri core values è tradizione e innovazione. L’uso della tecnologia, del web e del mobile è per BNI un amplificatore di quello che è il metodo strutturato, positivo e professionale che aiuta da 32 anni professionisti e imprenditori in tutto il mondo a sviluppare il proprio giro d’affari.

Invito tutti coloro che non lo avessero già fatto a scaricare la APP e ad utilizzarla per essere sempre più connessi quantitativamente e qualitativamente con Membri e Ospiti BNI.

Scarica su Apple Store: https://itunes.apple.com/it/app/bni-connect-mobile/id1212875170?mt=8

Scarica su Google Play: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.bnimobile.global&hl=it