Assicuratore d’eccellenza

7 giugno 2017 at 16:12

Francesca Cuffaro – Assicuratore, Capitolo BNI Torino

Mi chiamo Francesca Cuffaro, ho 38 anni e sono agente di assicurazioni GENERALI ITALIA SPA in due agenzie in provincia di TORINO: RIVOLI CASTELLO e BUSSOLENO.

Generali è tra le 50 società più grandi e più smart del mondo, è uno dei gruppi assicurativi leader, presente in oltre 60 paesi con oltre 55 milioni di clienti e 500 miliardi di euro di attivi gestiti. Ho partecipato alla mia prima riunione BNI nel luglio del 2015, con la curiosità del primo giorno di scuola.

Ho compilato immediatamente la mia domanda di adesione al capitolo BNI TORINO che allora era in fase di costituzione: quarta iscritta in questo gruppo che ora vanta oltre 50 membri, e sta crescendo velocemente. Sono Gold Member del mio capitolo, ho fatto iscrivere altri 8 membri, traspare la mia soddisfazione nel parlare di questa esperienza! Cosa mi è piaciuto di più? BNI è metodo, regole di marketing che vengono insegnate ai corsi di formazione (interessanti e gratuiti); è certezza delle tue potenzialità, la quadratura del cerchio. Ma è soprattutto aumento del volume d´affari, conoscenza di un affiatato team di imprenditori, splendide persone sia in ambito professionale che umano, ormai AMICI.

Ora so a chi affidarmi in caso di necessità, e posso fornire ai miei oltre 6000 clienti un’assistenza più completa, mettendo in contatto diretto domanda e offerta.

In poco più di un anno e mezzo il portafoglio generato dalle sole referenze di BNI ha raggiunto quasi i 200.000 euro, e l’11 aprile scorso la mia Agenzia Generali Rivoli Castello è stata main sponsor all’evento L’EVOLUZIONE DELL’ECCELLENZA II organizzato dalla REGION TORINO.

 Generali come BNI punta all’evoluzione dell’eccellenza, diventando non solo ASSICURATORE, ma anche PARTNER DELLA SICUREZZA DI FAMIGLIE, PROFESSIONISTI ED IMPRENDITORI con strumenti innovativi e sfruttando l’internet delle cose.   Mai avrei immaginato di parlare davanti a 700 imprenditori!! Ho vinto molte sfide, e sono pronta ad accoglierne di nuove.

Lancio Capitolo BNI Salario Trieste

7 giugno 2017 at 15:24

Monica Pierlorenzi – Assistant Director BNI

Ciao, mi chiamo Monica Pierlorenzi e voglio raccontarti la mia esperienza in BNI; sono entrata a far parte di questa organizzazione da quasi due anni e più precisamente a giugno del 2015 decisi di iscrivermi al core group Ponte Milvio della Region Roma Nord Ovest, con attività di coaching e formazione, e devo dire che il mio scetticismo iniziava dall’orario della riunione…non mi ero mai alzata così presto in tutta la mia vita…poi le cose cambiano e ti accorgi che lo sforzo che fai è ben ripagato dai risultati che ottieni e non solo di business!

L’idea di stravolgere il nostro modo di pensare agli affari è sorprendente.

Le parole chiave di questa organizzazione G I V E R S   G A I N S  trasferiscono un messaggio chiaro dare per ricevere, in realtà nella vendita ci insegnano a vendere il nostro prodotto, in BNI  ci diamo da fare per cercare contatti e affari per i nostri colleghi  membri e a vendere o offrire servizi degli altri, a cercare referenze per i membri del nostro capitolo.

Questa organizzazione mi è piaciuta veramente tanto e oggi sono per la Region Roma Nord Ovest un Assistant Director e  ho avuto l’onore e il piacere di lanciare il mio primo Capitolo Salario Trieste, un’ esperienza entusiasmante, iniziata costruendo le basi con delle persone speciali, alle quali passo dopo passo ho insegnato il metodo, tutti da subito hanno iniziato a collaborare ad interagire, a lavorare intensamente per avere il risultato che avevamo concordato.il giorno del lancio il 10 maggio 2017  alle ore 7,30 del mattino abbiamo registrato 196 presenze!!

Una grande soddisfazione, un open networking d’eccellenza! presentazioni impeccabili, la traduzione dell’entusiasmo di fare insieme affari, un grazie al Comitato di Gestione Letizia Napolitano, Tiziano Fiori, David Cecchini, per il loro impegno e ad ognuno del membri che non si sono mai risparmiati.

Un grazie speciale a Sabina Vaccari Executive Director, mio mentore che ha saputo trasferirmi il metodo e l’etica che è nel concetto di BNI.

Monica Pierlorenzi

AD Roma Nord Ovest

Guarda il video del lancio del Capitolo BNI Salario Trieste

Video Contest 2017

7 giugno 2017 at 15:15

Uno dei momenti più importanti delle Conferenze BNI è sicuramente il video contest. Un concorso che ha come oggetto “il Mio Capitolo BNI” ossia come i Capitoli interpretano la loro esperienza all’interno dell’organizzazione e come questa abbia cambiato il loro modo di fare business. Per l’edizione 2017 i Capitoli in gara con i video sono stati: BNI Airone, BNI Gianicolo, BNI Il Rosa, BNI Ticino, BNI Vittoria Bologna.

I video finalisti, ossia quelli più votati tramite un sondaggio inviato a tutti i Membri BNI Italia, sono stati tre: BNI Airone, BNI Gianicolo, BNI Il Rosa e sono stati proiettati durante la Conferenza Nazionale. Vincitore di questa edizione del video Contest è stato il Capitolo BNI Airone che è stato il video più votato dai Regional ed Executive Director BNI Italia durante il Directors’Day.

Clicca qui per vedere il video

Buona visione

Auguri BNI Musinè

13 aprile 2017 at 12:53

Tutto è cominciato l’11 luglio 2014, quando Maria Grazia D’Angelo e Umberto Aprile hanno partecipato ad un evento di Business che vedeva coinvolti oltre 140 Imprenditori e Professionisti: si trattava dell’inaugurazione, chiamata “Lancio”, di un gruppo imprenditoriale, un “Capitolo BNI”, per la precisione il “Capitolo BNI Monviso”, uno degli oltre 30 gruppi presenti in Torino e cintura.

BNI, acronimo di “ Business Net work International”, è un movimento imprenditoriale che raccoglie in tutto il Mondo oltre 240.000 Membri che sposano la filosof ia del “ Givers Gain” (liberamente traducibile in “ Coloro che danno, ricevono”) e che scelgono un metodo di lavoro basato sulla costruzione di gruppi imprenditoriali eterogenei, nei quali ciascuno è formato alla creazione di solide relazioni di fiducia dalle quali si generano occasioni di Business in modo del tutto libero, reciproco e gratuito tra i componenti. La formazione al metodo BNI rende universale il linguaggio di Business parlato dagli oltre 5400 Membri italiani di cui 1200, un numero davvero importante, operano sul territorio torinese.

Partecipare al Lancio del Capitolo BNI Monviso ha cambiato le vite dei due professionisti Maria Grazia D’Angelo e Umberto Aprile che, conosciute le potenzialità del metodo BNI, hanno deciso di dare vita ad un nuovo gruppo imprenditoriale per lavorare secondo la filosofia e il metodo BNI: è nato così il Capitolo BNI Musiné.

 

La fase di formazione del gruppo si è conclusa con il Lancio svoltosi il 19 e il 26 febbraio 2016 e, da quel momento, una continua crescita di opportunità e sinergie ha caratterizzato il primo anno di vita del Capitolo BNI Musiné: da settembre 2016 affidato all’Assistant Director Giorgio Amerio, ha superato in 12 mesi 810.000€ di fatturato generato per i suoi componenti e un numero superiore a 30 professionisti di primo livello.

Dice Umberto Aprile, consulente e formatore in materia di sicurezza, “ Ho scelto BNI per ampliare la mia rete di collaborazione ed il mio business. Iniziare venerdì mattina in questo modo, ti dà una carica eccezionale, soprattutto pensando alle referenze raccolte nell’ultimo anno, testimonianza di un gruppo super affiatato”.

Gli incontri sono ogni venerdì alle 7.00 del mattino allo Spazio7, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di via Modane a Torino, quando i Membri si incontrano per scambiare e testimoniare il lavoro che ciascuno ha posto in essere per gli altri Membri del Capitolo, condividendo spunti per il lavoro della settimana successiva.

“Sono impegnato ogni giorno alla crescita e al supporto formativo di questa squadra di professionisti seri e desiderosi di crescere” ci racconta l’Assistant Director Giorgio Amerio, “ Un passo alla volta nella direzione delle buone abitudini: questo è il segreto di una crescita che ha generato nel secondo semestre di vita un aumento del 25% di fatturato rispetto al primo semestre e già oltre 210.000 nei primi due mesi del 2017”.

Video BNI Musinè

Il futuro Presidente del Capitolo, l’avv. Alessandro Petito, professionista motivato e di successo, ci dice: “ Ho scelto BNI per la formazione che fornisce ai suoi membri che ritengo sia di grande livello. L’incremento di fatturato è la logica conseguenza. Ho scelto il Capitolo BNI Musinè perché è un gruppo motivato, che attua appieno uno dei principi cardine di BNI: dare agli altri opportunità prima di chiederle”.

Ogni Riunione Operativa del Capitolo BNI Musinè è un’occasione per trovare nuove sinergie e collaborazioni; partecipare ad un incontro è semplice, basta fare richiesta sul sito web del Capitolo BNI Musiné o guardare sull’omonima pagina Facebook e così raggiungere Imprenditori e Professionisti che hanno deciso di abbandonare un modello Business competitivo per abbracciare un modello collaborativo seguendo la Vision BNI: “ Cambiamo il modo di fare Business nel Mondo”.

Leggi l’articolo su TorinoOggi

Big! come la nostra soddisfazione!

13 aprile 2017 at 12:05

Ramona Picozzi – Assistant Director BNI Brescia 

E’ mattino presto e sulla chat BNI Brescia compare il primo messaggio di Gianni: sono già qui!

Inizia così una mattinata a capitoli riuniti della nostra Region nella splendida location di Villa Fenaroli all’insegna dell’entusiasmo, della voglia di collaborare e di offrire ai nostri iscritti un’occasione di incontro per fare networking targato BNI.

Ad accogliere gli oltre 290 imprenditori e professionisti bresciani, riuniti in sette capitoli e cinque core in formazione, Alessandro Arienti Executive BNI Brescia che affiancato da Gianni Alessi, Executive ed Area Director ed organizzatore dell’evento, possono proprio affermare : Big! Come la nostra soddisfazione!

Soddisfazione che hanno condiviso a piene mani con i colleghi Assistant: Riccardo Cominelli, Raffaella Frasca Comati, Marco Fini, Georges Bonantsos e me!

Gli obbiettivi dell’evento appaiono subito chiari: consolidare i risultati raggiunti che significa avere solide basi radicate nella fedeltà al metodo BNI per essere liberi di sviluppare la propria rete referenziale al suo interno senza correre il rischio di perdere la rotta.

Ma anche dare forza a nuovi e ben incoraggianti sviluppi:  cinque nuovi Core attivi sul territorio e l’inizio con il

Video Big Breakfast Region Brescia

2017 dell’attività di Referal Marketing firmata ASSENTIV; a testimoniare che BNI è una realtà innovativa in forte crescita e, anche se, come tutti sappiamo, non sempre i numeri fanno la qualità è anche vero che dove c’è qualità i numeri arrivano.

Una condivisione di prospettive testimoniata anche dalla presenza del National Director  Paolo Mariola; un intervento formativo il suo ricco di spunti per comprendere la filosofia di BNI perché :  chi non si forma …  perde il treno del cambiamento !

Anzi sarebbe meglio dire l‘onda perché come ben sanno i surfisti se vuoi cavalcare l’onda devi partire in anticipo !

Essere al momento giusto nel posto giusto è stata anche la testimonianza di Luca Ferrario National Trainer BNI che come ci ha ricordato è stato tra i primi a sedersi incuriosito ad uno dei primi incontri informativi organizzati in Italia.

Certamente per me e stata una conferma di ciò che fin da subito mi ha convinto ad iniziare la mia personale avventura come membro BNI :  vedere una sala piena di professionisti di “ogni ordine e grado “ uniti dall’essere in un atteggiamento di Givers Gain invece che dall’avere una professione piuttosto che un’altra, arricchisce sotto ogni punto di vista professionale ed umano.

Se l’albero si vede dai suoi frutti per la nostra Region è stata una mattinata che ci ha riempito di momenti da ricordare oltre che di nuovi stimoli a fare meglio; sentendo ancora di più la responsabilità di portare avanti un progetto capace di dare risposte concrete alle necessità della nostra realtà imprenditoriale.

Credo che il successo di questa giornata sia intrinseco ai principi stessi di BNI che dopo 35 anni porta ai membri la maturità di un’esperienza nata sul campo del concreto “fare impresa” e un metodo strutturato, efficace, etico che non si stanca mai di lasciare spazio alle persone, ai talenti individuali, alle risorse di ogni singolo professionista !

Haute Couture made in BNI

2 marzo 2017 at 15:00

Adriana Zanetti – Executive Director BNI Roma Sud -Ovest

La storia che voglio raccontarvi è di quelle che meglio aiutano a capire cosa significa fare networking in BNI. Ivan Misner, che 32 anni fa ha creato un nuovo modo di fare business, spiega ancora oggi che il Givers Gain è una filosofia, non una spada da puntare contro un altro membro. Si deve fare squadra, pensare che la crescita degli altri compagni di viaggio, farà inevitabilmente alzare il livello dei propri affari. Per questo è fondamentale creare una connessione, immaginandola come una rete fitta di contatti.

E’ quanto accaduto per Prunus Avium, haute couture della Region Roma Sud-Ovest che, grazie all’intuizione vincente dell’Ambassador Lara D’Appollonio, ha ricevuto una visibilità eccezionale per il proprio marchio.

È fine gennaio e Lara, fotografa della “D’Appollonio Photography” del Capitolo RomaEur che si occupa di pubblicità, aziende e architettura, ha in programma un photoshooting con Rachele Risaliti, bellissima Miss Italia incoronata nel 2016. La preparazione della sessione fotografica prevede anche la scelta degli abiti da indossare e c’è da decidere la Maison più adatta al progetto. Qui arriva l’idea, stimolata dal più classico dei one-to-one che si organizzano in BNI tra i membri: la memoria di Lara torna a Joe De Gaetano e Roberto Raneri e alle meravigliose creazioni viste nella loro couture “Prunus Avium” dei Parioli tempo prima: diventa naturale suggerirli con decisione all’entourage dello storico concorso di bellezza. Lara crea la congiunzione e viene organizzato un incontro insieme alla Miss e Patrizia Mirigliani, che da qualche anno ha preso le redini dell’evento da papà Enzo. Il colpo di fulmine è immediato, l’imprenditrice e Rachele si innamorano dell’arte trasformata in tessuti di Prunus Avium, tanto da non volerli utilizzare solo per il servizio, ma mettendo da parte l’abito già scelto da una famosa haute couture francese, vengono suggerite da Lara di farli indossare a Miss Italia in vista dell’appuntamento più importante della televisione italiana: Sanremo! Joe si mette subito a lavoro, ci sono tre abiti da confezionare per le apparizioni alla “Vita in Diretta”, show di Raiuno che sarà trasmesso direttamente dalla Città dei Fiori, e per il red carpet più glamour dello Stivale.

Il resto è la cronaca di un successo: i complimenti in diretta da parte di Cristina Parodi per lo smoking di broccato indossato durante la trasmissione, l’abito in seta blue e la passeggiata mozzafiato su red carpet verso il teatro Ariston con indosso il fiabesco abito nero e verde ed infine, durante il Festival, la definizione di Rachele come donna più elegante della serata da parte di un noto critico di moda. L’atelier ha ricevuto una visibilità unica nel panorama della moda e ha voluto ringraziare Lara per aver reso possibile questa grande occasione: i due titolari si sono detti commossi per essere stati presentati con tanta convinzione. La referenza funziona quando si parla degli altri membri come se ci si riferisse a se stessi e quanto successo ne è la riprova: si è creata una opportunità che altrimenti sarebbe stato difficile ottenere in queste tempistiche e velocità, ma soprattutto si è aperta una porta verso ulteriori progetti: la signora Mirigliani ha promesso che tornerà da Prunus Avium per scegliere altri abiti, mentre Lara D’Appollonio continuerà la sua collaborazione con Miss Italia, insomma, anche questa volta si può dire: affare concluso!

 

 

BNIConnect: business internazionale

2 marzo 2017 at 14:50

Pasqualino Raso - AWM Solutions – Membro BNI Ticinum

Sono venuto a conoscenza del gruppo BNI la prima volta nell’estate del 2015, quando sono stato invitato come ospite a partecipare ad un incontro. Fino a quel momento, ad essere sincero, non avevo mai avuto necessità di promuovere la mia società attraverso uno strumento di networking. Nonostante questo sono stato incuriosito dall’iniziativa e dalla metodologia messa in atto ed ho deciso di prendere parte al gruppo, iscrivendomi poi nel novembre dello stesso anno. Essendo caratteristica rilevante del nostro business ed essendo a conoscenza della grande potenzialità di un referral online, abbiamo fin da subito compilato il nostro profilo all’interno della piattaforma BNI Connect.
Dopo pochissimo tempo siamo stati contattati da due aziende estere che avevano considerato interessante il nostro profilo all’interno del sito. Abbiamo quindi organizzato un “incontro” su Skype e una volta avuto un confronto abbiamo ricevuto delle offerte di collaborazione.
Dall’ottimo riscontro ottenuto dalla nostra esperienza possiamo quindi consigliare vivamente a tutti gli altri membri BNI di compilare e mantenere sempre aggiornato il proprio profilo perché, soprattutto all’estero, è un aspetto molto importante di cui altre aziende tengono conto.
Se posso permettermi darei un consiglio a noi italiani: convertite il vostro profilo BNI anche in lingua inglese, in quanto potrete avere più possibilità di essere contattati per collaborazioni internazionali. Il consiglio è rivolto a tutti, anche a chi non è intenzionato o non può espandersi all’estero: aziende estere spesso hanno bisogno di un professionista o azienda sul posto in Italia!
Se l’inglese fosse un problema e avete bisogno di una traduzione la soluzione è sempre lì: BNI Connect!

Buon business a tutti

 

 

Con BNI ho cambiato la mia vita

21 novembre 2016 at 18:41

Luca Pellegrino, Regional Director Bologna – Ferrara – Area Director BNI Torino

Mai avrei pensato, la prima volta che ho conosciuto BNI, che quell’invito avrebbe rappresentato per me la svolta della mia esistenza. Per sempre sarò grato al mio commercialista, Piero Correnti.

Mi chiamo Luca Pellegrino, sono di Torino e ho conosciuto BNI nell’ottobre del 2010.

Superata la prima perplessità, mi si è aperto un mondo di opportunità che passa per lo scambio libero e gratuito di referenze. Ho deciso di partecipare in modo convinto e sin da subito ho portato a casa grandi risultati, con mio grande stupore. Questo mi ha dato il coraggio per parlare di BNI a tutti, e più facevo “passaparola”, più il successo aumentava a vista d’occhio!

Dopo due anni di permanenza nel Capitolo che avevo fondato (Cit Turin di Torino), sono stato costretto ad alzare la bandiera bianca. Non riuscivo più a conciliare il “lavoro” di Membro con la mia attività di Assistant Director (all’epoca avevo solo 2 Capitoli). E così a fine marzo 2014 ho lasciato il mio Capitolo, dedicandomi allo sviluppo di Capitoli sul territorio della Region Torino Nord-Est.

Il mio desiderio di aiutare gli altri e agevolarli nel successo è stato tale che nel giro di poco ho fondato un paio di Capitoli (Hollywood e Wall Street), e altri 4 nel 2015, tutti lanciati Hall of Fame (con oltre 35 Membri al lancio). Sono rapidamente diventato il punto di riferimento di centinaia di Membri, con i quali quotidianamente cresco umanamente e professionalmente.

Oggi sono felice di poter aiutare i Membri a raggiungere i loro obiettivi grazie all’applicazione della filosofia del Givers Gain: mi gratifica essere colui che è in grado di mettere a disposizione l’esperienza maturata a vantaggio di chi ancora non conosce la nostra organizzazione. Ogni giorno parlo di referenze e GAC, di 121 e business basato sul referral marketing. Adesso svolgo in BNI il ruolo di Area Director di Torino e sto sviluppando BNI a Bologna e Ferrara in qualità di Regional Director.

Aiutare professionisti e imprenditori con il passaparola è diventato per me una missione al punto che ho conseguito tutte le certificazioni sul marketing referenziale presso il Referral Institute a Petaluma (California – USA).

La cosa più straordinaria della mia storia è che grazie a BNI ho cambiato la mia vita in ogni senso. Tramite la “referenza” di un collega di Capitolo ho trovato anche l’amore di Liliana, Membro BNI da 3 anni: BNI non è solo business!

I successi conseguiti in Italia hanno trovato visibilità anche all’estero: alla Conferenza Internazionale BNI 2016 a Los Angeles (10-12 novembre) ho l’onere e onore di essere uno degli speaker scelti per condividere strategie ed esperienze con i Director BNI provenienti da tutto il mondo.

Posso darti un suggerimento? Maneggia BNI con attenzione, perché il metodo funziona e può davvero cambiare la tua vita, esattamente come è accaduto a me.

FisioBNI

21 novembre 2016 at 18:33

Emiliano Zanier, Fisioterapista Osteopata – Promotore del Progetto FisioBNI

“Vorrei di più! Vorrei Più risultati”.

A chi, essendo in BNI o in generale nel proprio settore lavorativo non ha mai espresso una frase simile. L’ottimizzazione e la realizzazione sono parole care a chiunque consideri ogni ora del proprio tempo una risorsa fondamentale.

Dopo un anno di presenza in BNI e dopo aver visto la nostra Region BNI Vicenza crescere nel numero di Capitoli e di Core Group ho iniziato a pormi proprio questa domanda. Innanzitutto va detto che come fisioterapista, essendomi specializzato in osteopatia ed avendo scelto degli ambiti piuttosto settoriali (e di conseguenza avendo “abbandonato” molti altri ambiti di lavoro per seguire le mie specializzazioni), è venuto spontaneo pensare che tutto sommato avrei potuto referenziare molti colleghi all’interno di BNI che svolgessero il mio lavoro con vocazioni differenti dalle mie. Di contro se le mie specializzazioni non avessero interessato i colleghi degli altri capitoli avrei potuto accedere ai contatti del loro capitolo con la tranquillità di chi “non si pesta i piedi” volendo rispettare il principio di esclusività e non concorrenza propri di BNI.

Pensa: invece di 20-40 possibili colleghi di capitolo, averne 200 in tutta la Provincia!!! E questo poteva valere anche per i miei colleghi fisioterapisti della region ovviamente. Ho iniziato pertanto a referenziare i colleghi, perchè ritengo che bisogna dimostrare sul campo e con la buona volontà le proprie idee e le proprie intenzioni, dopodichè ci siamo incontrati assieme, scambiati idee, proposte, referenze, suggerimenti e contatti fino a che è nato FISIOBNI.

FISIOBNI è un progetto che nasce dalla volontà di collaborazione tra i fisioterapisti della Region BNI-Vicenza. Lo scopo è far sì che, per le aree di non sovrapposizione professionale, si possa essere referenziati da tutti i capitoli e si possa presentare la propria attività in altri capitoli nel rispetto del collega che ricopre la nostra professione. Per il resto, invece, ognuno fa riferimento solo al proprio capitolo. I colleghi e le aree di lavoro son risultati pertanto essere

  • Emiliano Zanier BNI Montegrappa: trattamento osteopatico ginecologico e neonatale
  • Andrea Zen BNI Da Ponte: manipolazione dell’articolazione temporo-mandibolare e mal di testa
  • Stefano Benacchio BNI Pasubio: trattamento riabilitativo della scoliosi
  • Stefano Scomazzon Core Group BNI Ponte Vecchio: trattamento e riabilitazione della spalla

 

Il principio dunque è che la valorizzazione delle nostre sinergie sia a nostro avviso più fruttuosa e interessante rispetto alle nostre sovrapposizioni e alla nostra reciproca concorrenza. Lo sviluppo del nostro Core Business e la possibilità di selezionare i nostri clienti può essere estremamente interessante, se rinunciando ad una piccola fetta di clienti (per noi magari meno importanti), possiamo di contro usufruire dei contatti non solo del nostro capitolo, ma di tutta la nostra Region.

Ovviamente il primo presupposto è la fiducia e la volontà di collaborare nel rispetto reciproco al fine di raggiungere i nostri obbiettivi.

E ora aspettiamo i risultati!!!

4 semplici passi per costruire relazioni efficaci*

21 novembre 2016 at 18:23

Luca Ferrario – Executive Director e National Training Team

Quante volte è capitato di vedere un professionista o imprenditore, forse anche noi stessi, andare a un evento di networking, incontrare un sacco di gente e poi non mantenere i contatti con loro?

Molto spesso, giusto?

Questo accade non per la mancanza di interesse nei loro confronti, ma perché siamo persone impegnate con tante attività da fare, che spesso ci dimentichiamo chi abbiamo incontrato il giorno prima, figuriamoci se si tratta di stabilire il contatto con persone incontrate a un evento di networking una settimana fa.

È un peccato perché questi nuovi contatti allargherebbero il nostro network e sarebbero la fonte, diretta o indiretta, di potenziale business futuro.

Il passaggio chiave sta nel comprendere che va dedicato il giusto tempo per coltivare i rapporti.

Ricordati: non è importante il numero di contatti che hai ottenuto, ma sono quelli che sai trasformare in relazioni durature che fanno la differenza.

C’è una bella differenza tra l’avere un “biglietto da visita” e avere un “rapporto”!

Mettiti alla prova:

  1. Fai 10 telefonate a persone che hai appena incontrato.
  2. Di loro che stai strutturando un piano di marketing per il prossimo anno e apprezzeresti tutto l’aiuto che potrebbero fornire in forma di consulenza o di supporto.

Fatto? Com’è andata?

Hanno riattaccato senza risponderti o ti hanno rimandato al mese prossimo?

Prova ora un approccio diverso: chiama 10 persone che conosci bene e di loro la stessa cosa.

Scommetto che hai ottenuto risultati decisamente più incoraggianti.

Perché?

Poiché si ha già di un rapporto con queste persone, una buona parte di loro sarebbe felice di aiutarti. A seconda di quanto “forte” sia un certo rapporto, maggior sarà la probabilità che quella persona ti aiuti in modo sostanziale.

Allora domandiamoci: come è possibile approfondire i rapporti con le persone per arrivare al punto in cui essi saranno essere disposti a darci una mano in futuro?

Ecco quattro passi per muoversi nella giusta direzione.

1. Fai una chiamata personale.

Fissa in agenda il tempo per fare un incontro one-to-one, durante il quale non cercherai di vendere loro il tuo prodotto / servizio (modalità “vendita diretta”), ma imposterai questo incontro per approfondire la connessione, capire come potrai essere d’aiuto al tuo interlocutore e iniziare a costruire un rapporto professionale. (modalità “costruire relazione”)

2. Utilizza i tuoi contatti passati.

Fai una chiamata personale a tutte le persone che ti hanno aiutato o referenziato in passato e chiedi loro come stanno andando le cose. Cercare di imparare di più sulle loro attività in corso, in modo da poterli aiutare in qualche modo.

3.     Rimani in contatto durante tutto l’anno.

Definisci una lista di 50 “persone-chiave” con cui desideri rimanere in contatto nell’immediato futuro. Includi tutti coloro che ti hanno fornito referenze o business negli ultimi 12 mesi e tutti i prospect (clienti potenziali) che hai conosciuto recentemente o con cui vorresti entrare in affari. Connettiti con loro sui social media e rimani in contatto attivo, spedisci loro articoli e/o contributi inerenti la loro attività, spedisci loro una cartolina dalla tua prossima vacanza…. e rimani “connesso” in qualsiasi altro modo che ritieni loro apprezzino.

4. Mantieni la comunicazione.

Due settimane dopo aver inviato loro il tuo primo contributo, chiamali per vedere cosa sta succedendo. Se sono “già clienti” o persone con cui eri già in contatto, questo è il momento ideale per chiedere cortesemente una referenza. Se sono prospect, è ora possibile organizzare un appuntamento, anche a pranzo, e scoprire se i loro piani futuri possono prevedere l’utilizzo dei tuoi prodotti / servizi.

Le relazioni efficaci costituisco il tuo “capitale relazionale” e sono la parte più importante per l’accrescimento del tuo “capitale sociale”.

Puoi continuare a cercare nuovi clienti ogni giorno, oppure puoi scegliere di costruire relazioni efficaci, grazie alle quali potrai generare un mutuo flusso di nuovi clienti.

È quindi fondamentale continuare a investire nei rapporti, perché potrai perdere dei clienti, ma se hai costruito bene le relazioni, difficilmente perderai un rapporto costruito su solide basi.

Le relazioni efficaci saranno veramente la “moneta” del 21° secolo, l’unica che non si può prendere a prestito in banca!!!!!!

ps: nel mio prossimo articolo su SuccessNet suggerirò come iniziare una conversazione con un estraneo ad un evento di networking, tenendo presente che ognuno di noi ha il proprio “stile comportamentale” e comprendere rapidamente quello del nostro interlocutore è utile per costriure una relazione efficace.

 

*liberamente tratto dall’opera di Ivan Misner