Compleanno BNI

23 ottobre 2017 at 12:49

BNI Italia compie 14 anni !!

Mercoledì 22 Novembre alle ore 20.00 

Raggiungici per un aperitivo di networking all’ Old Fashion, la location del divertimento milanese per eccellenza.

Quota di partecipazione: 15 € da versare direttamente all’evento.

Non mancare!!! CLICCA QUI PER REGISTRARTI

 

Siamo circondati dalle referenze

23 ottobre 2017 at 12:48

Ivan Misner, Fondatore e Presidente BNI Int’l

Prima dell’incontro BNI può capitare di domandarti: “A chi posso passare una referenza questa settimana?”

Una volta questa era una preoccupazione costante per me fino a quando non ho realizzato che siamo tutti, ogni giorno, circondati dalle referenze. Sono tutte intorno a noi – semplicemente non prestiamo loro sufficiente attenzione. Il nostro cervello ha una parte che viene chiamata
“sistema reticolare di attivazione.”  Il tuo sistema reticolare di attivazione funziona come un filtro tra la tua mente cosciente e quella subconscia. È in grado di estrarre informazioni dalla tua mente conscia e passarla a quella subconscia. Facciamo un esempio. Sei mai stato in un aeroporto con tanti annunci che provengono dall’altoparlante e tanto rumore e trambusto intorno a te ma quando il tuo volo o il tuo nome vengono annunciati ad un tratto ti troverai a pensare “Aspetta. Questa è una cosa che devo sentire”?  Questo è il tuo sistema reticolare di attivazione in funzione. Il tuo subconscio determina le cose che non sono importanti e ti informa su quelle che invece lo sono.

Non ho mai creduto fino in fondo a questo fino a quando è nato il mio primo figlio. Ero capace di dormire in qualsiasi situazione – e intendo dire qualsiasi. Una volta c’è stato un incidente d’auto di fronte a casa mia. Sirene di polizia e ambulanze, vicini e molte persone erano di fronte alla mia porta. Mi hanno detto che il rumore era assordante. Non lo saprò mai perché ho dormito nonostante tutto! Ho scoperto quello che era successo la mattina successiva quando sono uscito dalla porta ho visto il nastro della polizia lungo l’ingresso! Come ho detto infatti posso dormire quasi in qualsiasi condizione.

Qualche anno più tardi la mia prima figlia stava per nascere ed ero preoccupato – molto preoccupato. Cosa sarebbe successo se si fosse svegliata e non l’avessi sentita? Sarebbe stato terribile. La prima notte sono andato a dormire davvero angosciato per questa cosa. Intorno alle 2 di notte mi sono svegliato e seduto sul letto e ho realizzato che mia figlia si stava lamentando (non piangendo o gridando).  Ho immediatamente chiamato mia moglie e le ho detto “Tesoro, penso che la bimba sia sveglia” (Lo so – in questo momento tutte le donne mi stanno odiando). Ma mettiamo un attimo da parte il  “cattivo” marito. Pensiamo invece al potere del sistema reticolare di attivazione. È incredibile. Sono riuscito a dormire con un incidente d’auto avvenuto di fronte alla mia porta ma mi sono svegliato con un leggero lamento di un bambino. Il nostro sistema di attivazione reticolare è incredibilmente potente.

Abbiamo lo stesso “potere” anche riguardo le referenze. Siamo circondati ogni giorno dalle referenze. Sono intorno a noi. Abbiamo semplicemente bisogno di mettere in moto il nostro sistema reticolare di attivazione in modo da sentirle. Perché accada questo è necessario che iniziamo ad ascoltare il linguaggio delle referenze. Ogni volta che qualcuno ti dice “Non riesco”, “Ho bisogno”, “Voglio” o “Non so”, qualsiasi cosa dirà in seguito è una potenziale referenza per qualcuno! Queste frasi (insieme a molte altre) indicano che la persona che sta parlando ha bisogno di qualcosa. Quel qualcosa di cui ha bisogno è una potenziale referenza che puoi dare. Se alleni il tuo sistema di attivazione reticolare ad aprire i suoi filtri e a riconoscere quelle frasi incrementerai quasi subito il numero di referenze che puoi dare ai tuoi partner di referenze.

Dare referenze è uno dei migliori metodi per iniziare ad ottenere referenze (specialmente in BNI). Il dare referenze comincia con aprire la tua mente o il tuo sistema di attivazione reticolare per ascoltare tutte le referenze che sono intorno a noi ogni giorno. Quando inizi a fare questo – si aprirà intorno a te un intero mondo di nuovo business.

Leggi qui l’articolo in lingua originale

I 10 minuti, il rispetto, l’amore

23 ottobre 2017 at 12:46

Claudio Messina – Executive Director BNI

Quello di oggi è un racconto di grande gioia che ritengo doveroso condividere con quanti amano il nostro mondo.

Venerdì 28 luglio sono a Parma in visita da Director all’ultimo capitolo che seguo ancora con questa carica. Il clima è come sempre gioioso, ed è un vero piacere incontrare tutti in quest’ultimo appuntamento prima della pausa estiva in un caldo (veramente caldo mattino di fine luglio).

Molti gli ospiti presenti, in particolare vedo i genitori di uno dei membri, la sua fidanzata ed alcuni componenti del suo staff. La loro presenza come lo scorso anno in qualità di supporter per i dieci minuti di presentazione di Amedeo.

Amedeo Cornacchione, membro del Capitolo BNI La Rocca di Parma, figlio di Angelo (persona squisita ed imprenditore di grande qualità che prima di lui si era iscritto al capitolo) titolari dell’Impresa di Pulizia “La Verde”.

Amedeo, 27 anni ed una smisurata passione per il lavoro, il suo lavoro che ama e rispetta, come la sua famiglia, la sua fidanzata ed il suo capitolo. Questa passione che lo porta a voler condividere con tutti, proprio tutti il momento importantissimo della presentazione dei 10 minuti.

Tuttavia questa volta Amedeo ha riservato a tutti una sorpresa a dir poco coinvolgente.

Dopo circa 4/5 minuti in cui (supportato da un complice in particolare: Marco Botti, il folle Videomaker del Capitolo!) ha fatto una simpatica presentazione de “La Verde” l’impresa di famiglia, ha incominciato a leggere alcuni passi tratti dal Talmud.

In queste parole in cui si invita all’amore ed al rispetto per la donna, Amedeo si rivolge col fare di un novello Romeo alla sua Giulietta instillando in quelle dolci parole l’amore più puro. Al termine della lettura, la cosa che certamente non mi sarei aspettato di vedere in una presentazione dei 10 minuti: Amedeo si inginocchia e, porgendo un anello alla sua bella le chiede di sposarlo.

Il si non si fa attendere, ben umettato da lacrime di gioia e amore che guardandomi attorno rigano i volti dei più, ed anch’io nel congratularmi con i due giovani promessi mi ritrovo più commosso che mai.

Che dire…oltre ai migliori auguri che si possano mai fare a questi splendidi giovani ed alle loro famiglie, che BNI è anche questo: AMORE!

Buona vita a tutti,

Claudio Messina

BNI e le Farfalle

23 ottobre 2017 at 12:43

Claudia Fiorella Trapella – Assistant Director BNI

Se a giugno 2016 qualcuno mi avesse chiesto cos’è BNI…non avrei saputo rispondere.

Ma solo il mese successivo qualcosa è cambiato. Mi sono iscritta a fine luglio 2016 quasi inconsapevolmente. Sono stata invitata ad una riunione del capitolo TICINO dalla geologa che ha l’ufficio a fianco al mio. Non mi ha spiegato molto e quindi non avevo aspettative. Mi è sembrato interessante ed utile avere un pacchetto di professioni variegate a disposizione per me ma soprattutto per i miei clienti. Mi sono iscritta ed adoperata immediatamente per dare referenze. Non ho pensato che poteva essere un ottimo sistema per incrementare il fatturato dell’azienda che amministro, questo punto è stato secondario ma automatico.

A proposito, mi chiamo Claudia (Fiorella) Trapella e Amministratore Unico di C.P.Services srl, ci occupiamo di servizi di consulenza per il settore alimentare e start up (con tutti gli annessi e connessi intermedi). Parole chiave: ASL, ATS, CONTROLLI, HACCP, SICUREZZA LAVORO, FORMAZIONE, SCIA, START UP. Oppure la tipica frase…VOGLIO APRIRE UN BAR/RISTORANTE/LABORATORIO…COSA DEVO FARE????

Comunque…

La prima referenza è arrivata grazie al mio Director BNI (Pino Anzaldi) dopo un mesetto scarso, referenza convertita in commessa da quello che ad oggi ritengo uno dei miei migliori clienti (membro BNI).

La seconda referenza (convertita in commessa) è arrivata dall’interno dall’idraulico del capitolo, e così via. La mia fortuna è che io ho la capacità di convertire le referenze in commesse per un’alta percentuale (siamo intorno al 95%).

In un anno il mio fatturato è aumentato non poco grazie a BNI, tant’è che a fine luglio 2017 ho raggiunto l’80% del fatturato di tutto il 2016.

Ma questo è un dettaglio. E’ tutto il resto che è stato altrettanto importante:

FORMAZIONE: quanto sono stati utili e quanto lo sono tutt’ora i corsi di formazione (dall’MSP al TMD1);

RUOLI: in poco più di un anno ho bruciato le tappe, mi è stato proposto dal mio Director di fare il presidente di capitolo (credo di aver fatto bene J , per lo meno questo dicono i risultati e le persone), ma mi sono fatta prendere la mano e sono approdata al corso TDM1 per Director (altra esperienza molto interessante);

CAMBIAMENTO: Io amo il cambiamento soprattutto quando questo implica nuovi interessi, nuovi stimoli…e con molta velocità ho trasformato ufficio, lavoro, metodo, obbiettivi e ME STESSA.

MI SONO GODUTA BNI: in un anno o poco più BNI mi ha dato molto ed ha accelerato un processo di trasformazione, quasi come il BRUCO in FARFALLA!!! Ora volo perché mi sono data tre anni di obbiettivi (la famosa Vision 2020) e sto acquisendo tutti gli strumenti utili per raggiungerli.

Godetevi BNI e lasciatevi cambiare. In ognuno di noi c’è una farfalla che ha voglia di volare!!!

Le voci del business

23 ottobre 2017 at 12:04

Paolo Mariola – National Director BNI Italia

Quando si parla di BNI si pensa a concetti quali business, networking, sviluppo di contatti. E BNI è certamente tutto questo. Un’organizzazione che aiuta professionisti e imprenditori a sviluppare il proprio giro d’affari.

C’è un’altra parola che è strettamente collegata al business: futuro. Chiunque intraprenda un’attività, artigiana,  professionale o imprenditoriale vede il futuro come una dimensione su cui investire quotidianamente energie, tempo e risorse. Il futuro è qualcosa che si costruisce giorno dopo giorno, attività dopo attività, anno dopo anno.

E il futuro è una dimensione che denota fortemente chi sceglie di far parte di un’organizzazione di networking quale BNI, dove i rapporti professionali sono permeati da concetti quali fiducia, reciprocità, dinamiche che si raggiungono nel corso del tempo e non in uno spazio di pochi giorni o pochi mesi.

Allo stesso modo quello che viene definito anche da Ivan Misner uno dei 7 valori principali di BNI, givers gain prevede che all’azione immediata del dare non corrisponda immediatamente quella del ricevere, ma rappresenta il primo tassello della costruzione di una relazione tra due persone.

Un valore, questo del Givers Gain, che è troppo grande e troppo vasto per rimanere all’interno dei confini del Capitolo, di una Region o di BNI stessa. Un valore che in molti Paesi in cui BNI è presente, è uscito dall’ambito strettamente legato al business per andare incontro alle esigenze e ai bisogni delle comunità locali.

È questo il presupposto che muove tutto il progetto Business Voices, le voci del Business, che ha come obiettivo portare il givers gain e le risorse (sia materiali che temporali) di professionisti e imprenditori a beneficio dei giovani che vivono, studiano e iniziano a costruire il proprio futuro nelle comunità dove BNI è presente.

Un movimento, quello di Business Voices, che non a caso ha come motto: aiutiamo i ragazzi di oggi a diventare gli imprenditori di domani. Un movimento che si rivolge alle scuole, alle istituzioni, a tutti quegli enti che hanno come finalità ultima la crescita culturale e professionale dei ragazzi.

In Italia il progetto Business Voices è attivo da un anno e il 29 Settembre, nella bella cornice del teatro Milanollo a Savigliano, abbiamo festeggiato questa ricorrenza. La Region BNI Piemonte Sud, artefice dell’evento, è stata dall’inizio promotrice dell’iniziativa realizzando tantissimi progetti con finalità diverse (dall’acquisto di supporti per le scuole a supporti per la salute dei ragazzi durante l’attività scolastica) ma uniti da un unico spirito comune: portare il givers gain al servizio del futuro di bambini e ragazzi che rappresentano la classe imprenditoriale, professionale e dirigente di domani.

Per saperne di più su Business Voices e il suo collegamento con BNI guarda il video dell’evento al Teatro Milanollo sul rapporto tra Givers Gain e Business Voices.

Quali e dove saranno le prossime voci del business?