Piccoli imprenditori…crescono!

9 giugno 2014 at 14:25

Paolo Mariola, National Director BNI Italia

Si è appena conclusa la quarta Conferenza Nazionale BNI Italia. Una Conferenza, come le precedenti, che ha visto la partecipazione di tanti Membri e Director (oltre 300 partecipanti provenienti da tutta Italia, ndr) e che è stata piena di energia, scambi di biglietti da visita, strette di mano, one to one…

La Conferenza per me rappresenta il momento centrale dell’anno BNI, il momento in cui, spesso, mi capita di “tirare le somme” e guardare indietro nel tempo, a 5-6 anni fa quando BNI era ancora un’organizzazione “per pochi intimi” e il pensiero di organizzare una Conferenza in un palazzo dei Congressi era ancora lontano. Ogni anno mi piace condividere questo pensiero con i Director e i Membri presenti alla Conferenza, e sono sempre piacevolmente colpito dal vedere che lo condivido con tante facce nuove ma anche con tante persone che mi accompagnano in questo cammino da più di 10 anni (come passa il tempo…).

Per farlo ho scelto stavolta le immagini, spesso più efficaci di tante parole. Da questo è nato il video che ho il piacere di condividere con voi “Piccoli imprenditori…crescono!”

Ho ripensato agli inizi della mia carriera da imprenditore, a quando, dopo essermi occupato per anni di consulenza, ho deciso di aprire una mia società di consulenza informatica. Intraprendere una propria attività è sempre un rischio, un passo verso l’ignoto di cui non si può prevedere l’esito. Business plan, analisi di mercato sono sicuramente utili ma non determinano in anticipo il successo o meno di un’attività. Ho ripensato a quando ho conosciuto BNI grazie a Laura e James (co-National director BNI Italia, ndr) che hanno visto anche in Italia l’enorme potenziale di sviluppo per un’organizzazione quale BNI. Ho ripensato alle difficoltà che un imprenditore vive quando si affaccia sul mercato a trovare clienti e che sono le stesse difficoltà di tante altre aziende in diverse fasi della loro vita.

Ho ripensato a quello che è il valore aggiunto che BNI può dare ai professionisti e alla PMI, pilastro fondamentale dell’economia italiana anche, e soprattutto, in periodi di congiunture economiche sfavorevoli come questo che stiamo vivendo. Ebbene il valore aggiunto principale di BNI, quel fattore che può far crescere le aziende e le attività dei professionisti lo racchiudo in una sola parola che mi è tornata in mente spesso quando pensavo ad un video che potesse rappresentare bene BNI. Quella parola è sinergia. Non solo sinergia, ma sinergia di qualità. È la sinergia tra imprenditori e professionisti di qualità quell’acceleratore che rende da quasi 30 anni nel mondo, e da 10 in Italia, il metodo di BNI efficace ed efficiente per lo sviluppo e l’ampliamento del giro d’affari. Questa sinergia grazie a BNI diventa strutturata e consente non soltanto a chi parte con una nuova attività di sviluppare il proprio giro d’affari con un network strutturato e di qualità, ma anche a chi ha già un’azienda o una professione bene avviata di potenziare la propria rete vendita nel migliore dei modi: grazie alle referenze di altri professionisti stimati.

BNI quindi come acceleratore della crescita e fattore di potenziamento qualitativo.

E dal momento che le immagini sono più efficaci delle parole quando i vostri amici, parenti, clienti e ospiti vi chiedono “ma cos’è questa BNI?” potrete anticipare l’invito a partecipare ad un incontro di Capitolo mostrando loro fin da subito alcuni elementi fondamentali che ci distinguono nel panorama del networking internazionale.

Ho voluto usare come testimonial per il video il Capitolo BNI Villa Litta, il primo che ho creato in Italia più di 10 anni fa, che ringrazio per la disponibilità. Un particolare ringraziamento va al Ristorante La Guardia, Nerviano (MI), dove il Capitolo si riunisce ogni settimana e dove è stato girato il video e a Emanuela Raimondi, (Agenzia Iriden) e Nadia Ceriani (fotografa, Nadia Ceriani Photographer) per la preziosa collaborazione qualitativa nella produzione del video.

Adesso lascio davvero la parola alle immagini invitandovi a vedere il video e a “passare parola” (forse sarebbe più appropriato dire “passare le immagini”) invitandovi fin da ora alla prossima Conferenza Nazionale BNI Italia, fiducioso di vedere in sempre più regioni, province e città italiane piccoli imprenditori che crescono e diventano sempre più grandi, anche grazie a BNI!

Clicca qui per vedere il video

Conferenza Nazionale BNI Italia

9 giugno 2014 at 14:00

Ufficio Nazionale BNI Italia 

Il 9 Maggio si è svolta la quarta edizione della Conferenza Nazionale BNI Italia – Members’Day. Dopo Milano, Torino, Genova, quest’anno la Conferenza si è spostata in riva al mare, a Riccione, dove oltre 300 Membri e Director hanno partecipato ad un’intensa giornata di networking e formazione nella prestigiosa cornice del Palazzo dei Congressi di Riccione.

E la sveglia BNI, si sa, suona sempre al mattino presto. Fin dalle 8 del mattino infatti i Membri BNI hanno iniziato a popolare il Palazzo dei Congressi per partecipare al Big Breakfast e per dare il via agli incontri One to One con gli altri Membri. La mattinata è quindi trascorsa tra scambi di biglietti da visita, strette di mano, scambi di contatti, visite ai banchetti degli sponsor presenti.

Alle 14.00 sono iniziati i lavori della Conferenza moderati da Guido Picozzi, Regional Director BNI Romagna, che ha introdotto i vari relatori e i loro interventi.

Ad aprire la Conferenza è stato il National Director BNI Italia Paolo Mariola che nel suo intervento si è soffermato sull’importanza della presentazione efficace e di come questa sia fondamentale per fare in modo di essere ricordati e referenziati.

E cosa c’è di più memorabile delle storie e dei racconti? A parlare di storytelling è intervenuta, subito dopo Paolo, Laura Hurren (co-National Director BNI Italia) che ha illustrato come lo storytelling possa diventare uno strumento efficace per parlare della propria attività e comunicare il proprio valore aggiunto a clienti e colleghi di Capitolo.

Sul palco sono intervenuti nel corso del pomeriggio altri relatori che hanno trattato diverse tematiche relative al networking e a BNI.

Marco di Silvio, nel suo intervento Get Connected Stay Connected, si è soffermato sui vari strumenti che BNI Connect mette a disposizione dei Membri BNI per aiutarli a fare networking e a gestire alcune componenti della vita di Capitolo anche online. BNI Connect  infatti sta diventando uno strumento sempre più fondamentale per connettersi ai Membri BNI di tutto il mondo per instaurare, anche a distanza, contatti rilevanti e qualitativamente importanti.

A seguire James Sanderson (co – National Director BNI Italia) ha continuato a parlare di BNI e in particolare di cosa differenzia BNI rispetto ad altri gruppi di networking ponendo una domanda semplice la cui risposta però non è sempre immediata: A cosa ti sei iscritto?

Ultimo intervento del pomeriggio è stato quello di Ingo Karsch, Referral Institute Italia, che ha parlato di “Chi c’è nella tua Stanza Ideale?”, invitando i partecipanti a riflettere e fare networking nell’ottica di trovare i partner di referenze più adatti al loro mercato di riferimento.

Tra i vari interventi sono stati proiettati i video finalisti del Video Contest BNI Italia 2014 “Il Mio Capitolo BNI”. I video finalisti (BNI Porta Venezia, BNI Villa Litta e BNI Wall Street) sono stati votati dai Membri BNI. Vincitore del video Contest è stato il video del Capitolo BNI Porta Venezia.

Sul palco durante la Conferenza si sono anche alternati gli Sponsor Gold (Astek Group con Nick Edel Arredamenti, Cambiomarcia, Computer Project, Enjoy Photography, Inedit pro, National Legal Team, Octoplus Event Maker, Omnia data) che hanno presentato i loro prodotti e servizi.

Prima di concludere la Conferenza e dare il via all’Aperitivo di Networking Paolo Mariola ha annunciato dove si svolgerà la Conferenza Nazionale BNI Italia 2015. Se quest’anno BNI ha deciso di andare in riva al mare a fare networking il prossimo anno il networking sarà ancora più “marino”. La prossima Conferenza infatti si volgerà a bordo di una nave della Costa Crociere che salperà per una breve crociera dove si alterneranno momenti di networking e formazione a momenti di relax e divertimento a tariffe ridotte esclusivamente per noi.

Il mio Capitolo BNI…in musica e parole

9 giugno 2014 at 13:30

Irene Alleruzzo, Marketing Coordinator BNI Italia

Immagina i Membri dei Capitoli BNI, chiedigli di raccontare che cos’è per loro la vita di Capitolo, chiedigli di raccontarla con il più virale dei metodi narrativi: il video. Chiedigli di raccontarla ognuno a modo suo, con parole, musica e interviste.

Immagina una giuria severissima di pochi Director con l’arduo compito di scegliere tra i vari video. Immagina oltre 300 persone che avranno il compito ancora più arduo di votare il video vincitore del contest “Il mio Capitolo BNI”.

Immagina di sentire un motivetto trascinante, orecchiabile che fa “business in joy oh yeah”. Immagina di vedere nel video avvocati, consulenti, imprenditori cantare tutti insieme quello stesso motivetto. Immagina di vedere 300 persone battere le mani al ritmo di quel “Business in joy…oh yeah” A quel punto pensi: “No, c’è qualcosa che non va”. Imprenditori, professionisti, business, joy…E pensi che da un momento all’altro ti troverai di fronte a qualche esercizio sull’attenzione che ti chiede “Trova l’intruso!” E invece l’intruso non c’è. C’è semplicemente un Capitolo BNI che ha voluto comunicare come in BNI si possa fare business anche divertendosi. Un Capitolo che ha voluto comunicare che le sinergie, le connessioni non sono solo scambi di referenze e biglietti da visita. Non sono soltanto rapporti PARMS o Grazie Affare Concluso ma sono anche partecipazione, collaborazione con il sorriso.

Così il Capitolo BNI Porta Venezia ha voluto comunicare il suo modo di vivere il Capitolo BNI. Un’interpretazione della vita BNI che è stata la più votata (e ballata) dai Membri in sala e che ha portato il video a vincere la seconda edizione del video contest BNI Italia.

Complimenti ai Membri del Capitolo BNI Porta Venezia per la creatività e la viralità del video.

Il video è stato pubblicato sul sito BNI Italia e sul canale Youtube.

Al video Contest hanno partecipato altri 5 Capitoli BNI (BNI L’Aresino, BNI Centrale, BNI Maddalena, BNI Villa Litta, BNI Wall Street) ognuno di loro con un’interpretazione diversa: dalla squadra di basket, allo scambio di biglietti da visita sulle note di “Happy”, dalle interviste doppie al parlare di BNI tramite parole chiave e immagini.

A tutti loro vanno i nostri applausi per l’entusiasmo e il dinamismo con cui si sono cimentati nell’iniziativa. BRAVI VERAMENTE BRAVI TUTTI!!!

Per vedere tutti i video in gara visita il canale  Youtube BNI Italia.

C’era una volta

9 giugno 2014 at 13:00

Laura Hurren, Co – National Director BNI Italia

I fatti raccontano, le storie vendono

Comunicare con lo storytelling spesso è più efficace di dire agli altri cosa fai e può portare ad un numero maggiore di referenze.

Le persone ascoltano con più attenzione quando racconti una storia perchè vogliono sapere come va a finire. Quindi creare storie interessanti per la tua attività è una buona strategia per diffondere il tuo messaggio.

Pensate ad una storia che spieghi come lavori con i tuoi clienti, qual è il tuo valore aggiunto, cosa vuoi comunicare al di là di quello che fai. Questo fa in modo che tu venga referenziato più facilmente.

Una buona storia ha almeno 5 di questi 8 elementi:

  1. Narrazione – Inizio, parte centrale e finale – impiega su questa parte il 60% del tempo complessivo della realizzazione della storia
  2. Emozioni – Le emozioni coinvolgono nella storia
  3. Tensione – Fai in modo che nella storia ci sia tensione
  4. Messaggio – qual è il messaggio che vuoi trasmettere. Cosa fai oppure un aspetto del tuo business che vuoi promuovere – impiega su questa parte il 10%
  5. Eroe/ Cattivo  – tutti amano le storie con un eroe e un cattivo, specialmente quando l’eroe vince
  6. Valore aggiunto – assicurati di spiegare qual è il tuo valore aggiunto nella tua attività
  7. Ricordabilità – fai in modo di essere ricordabile.  Alcune delle storie che ho sentito le ho ripetute più e più volte, questo fa in modo di essere referenziati più facilmente.
  8. Soluzione – Assicurati che la tua storia includa la soluzione al problema – un happy ending. Impiega su questa parte il 30% della storia.

Costruisci una serie di storie che raccontanto la tua attività che puoi usare durante:

I tuoi 60 secondi

I tuoi 10 minuti

Nei One to One

In ogni conversazione

È importante essere specifici nello storytelling e incanalare la storia in una determinata direzione in modo da restringere il pubblico cui si vuole parlare.

Cito spesso la storia di un Membro BNI, Andrew Rhodes, che è iscritto da tanti anni. La sua partecipazione a BNI porta alla sua attività  £700,000 all’anno.  Come fa? Uno dei suoi segreti è impiegare ogni settimana almeno un’ora lavorando su BNI e questo comprende anche preparare una storia da raccontare in 60 secondi.

 

BNI – A cosa ti sei iscritto?

9 giugno 2014 at 12:30

James Sanderson, Co – National Director BNI Italia

BNI nel mondo sta avendo un successo sempre più sorprendente, con oltre 164.000 Membri e 6681 Capitoli. 45.000 Membri e 1856 Capitoli sono in Europa. Lo scorso anno abbiamo scambiato, soltanto in Europa, 1.6 miliardi di euro di business!

In ogni caso c’è spesso una disparità tra i Membri su quello che stanno vivendo in termini di esperienza e di successo individuale in BNI e abbiamo riscontrato questo perchè molte persone che fanno parte di BNI non si rendono conto di cosa fanno parte.  E voi?

Fate parte di un Gruppo di Networking o di una squadra di Referral marketing? Questa è un’importante differenza.

Credo che il motivo principale per cui siete entrati a far parte di BNI sia avere maggiori risultati per la vostra attività ma aspettarsi risultati immediati spesso non è realistico a meno che non siano già stati stabiliti.

Desiderio. Esattamente quale tipo di business si vuole e da dove può arrivare. Una persona molto saggia una volta disse “Non ti posso aiutare e non puoi aiutare te stesso fino a quando non saprai cosa vuoi”. Questo vale ancora di più per noi che facciamo parte di BNI.

Comprensione. BNI è un sistema di grande successo che è stato sviluppato dai Membri per i Membri e ha impiegato 25 anni per perfezionarsi. Funziona già e tutto quello che dobbiamo fare è capire e applicare questo semplice sistema.

Convinzione. Questo sistema può funzionare per tutti e il successo cui può portare è spettacolare. Un Capitolo con 40 Membri scambierà ogni anno 2 milioni di euro di business e ogni singola posizione BNI vale circa 36.000 euro.

Impegno. Siete preparati ad impegnarvi nell’applicare il sistema in modo costante. In Inghilterra facciamo la colazione con uova e bacon. La gallina depone l’uovo ma è il maiale che è più coinvolto.

Correggere le azioni. Comprendete cosa differenzia BNI da un gruppo di networking e siate focalizzati sul perferzionare le vostre abilità nelle aree fondamentali.

Al di là di questo dobbiamo anche capire che per avere successo in BNI  è necessario prendere possesso del nostro Capitolo ed essere impegnati a migliorare ogni volta il tutto. Un metodo efficace per fare questo è fare regolarmente un’analisi SWOT dei suoi punti di forza, di debolezza, delle opportunità e delle minacce e fare i cambiamenti necessari  per migliorare in modo più metodico invece che casuale.

Fare più affari è sicuramente l’obiettivo numero 1 di BNI ma le persone entrano a far parte di BNI per ragioni diverse e da un recente sondaggio condotto in Scandinavia sono stati identificati 16 diversi tipi di beneficio da cui i Membri traggono valore aggiunto.

Infine, forse la cosa più importante da capire rispetto alla nostra partecipazione a BNI è che la risposta che potremmo aspettarci da un’azione di marketing o da una campagna pubblicitaria è molto diversa qui. Considerando che queste ultime vanno ripetute più e più volte, con risultati spesso incerti, in BNI stiamo investendo il nostro tempo per avere maggiori risultati nel corso del tempo con sforzi sempre minori. Ecco perché i Membri BNI che hanno capito realmente di cosa fanno parte rimangono. Perché? Non possono permettersi di lasciare perché vedono che fino al 90% del nuovo business proviene da BNI.

Se capiamo veramente ciò di cui siamo entrati a far parte allora questa sarà la nostra esperienza. Un grande e fondamentale risultato per ogni tipo di attività.

 

Capitoli BNI Outstanding!

9 giugno 2014 at 12:00

Premi per la creatività e non solo…Durante la Conferenza Nazionale sono stati premiati per i risultati raggiungi il Capitolo BNI Portocanale e il Capitolo BNI Wall Street.

Il Capitolo BNI Wall Street (BNI Torino) è stato premiato per aver raggiunto subito il lancio il traguardo di 35 Membri, iniziando quindi la sua attività con un numeroso gruppo di professionisti e imprenditori con lo scopo comune di aumentare il proprio giro d’affari. Il Capitolo BNI Wall Street è quindi il primo Capitolo italiano Hall of Fame.

Il BNI Porto Canale (BNI Romagna)  invece è stato premiato per il maggior volume d’affari scambiato nel 2013 (oltre 924.000€ nel periodo aprile 2013 – Marzo 2014).

Giorgio Camporeale, Director del Capitolo BNI Portocanale, ritira il premio insieme ad alcuni Membri del Capitolo per il maggior volume di business generato.

Luca Pellegrino, Director del Capitolo BNI Wall Street ritira il premio per il primo Capitolo italiano Hall of Fame