In evidenza

14 aprile 2017 at 10:00

Le buone abitudini del networking – Follow up

Paolo Mariola – National Director BNI Italia

Si parla sempre di più di networking. Quando veniamo invitati ad eventi (sia professionali che di altro genere) vediamo sempre più spesso la parola networking oppure la frase “opportunità di networking”.

Un’attività ormai diventata fondamentale per professionisti e imprenditori che negli ultimi anni si sono resi conto di quanto la rete di contatto e la profondità delle relazioni professionali siano delle vere e proprie leve strategiche per la loro attività.

Ma cosa rende il networking davvero efficace? La costanza, sicuramente.  Anche l’attitudine alle relazioni rappresenta un valore aggiunto. Gli elementi vincenti però che trasformano il networking in uno strumento indispensabile per l’aumento del giro d’affari sono le abitudini, anzi le buone abitudini. Nonostante il networking sia un’attività dinamica, tipica di persone sempre in movimento e connesse con il mondo esterno, si basa sulla corretta ripetizione di attività che hanno l’obiettivo di aumentare la sua efficacia ed efficienza.

Non pensiamo però ad una lista lunghissima, ad un elenco di attività infinito. Il networking si basa su poche abitudini, semplici da seguire. Nel corso dei prossimi mesi vedremo quali sono queste abitudini e alcuni esempi pratici per metterle in pratica al meglio. Partiamo quindi dalla fine. Sì, esattamente, dalla fine. In questo post infatti vedremo l’importanza del follow up. Molto spesso, quando si pensa al networking, ci si concentra solo sul singolo evento cercando di entrare in contatto con quante più persone possibili in sala o di ottenere l’attenzione di persone che conosciamo e con cui vogliamo approfondire la relazione professionale. In realtà una delle parti più importanti del networking è quella che arriva alla fine dell’evento, dopo lo scambio dei biglietti da visita e dei contatti e dopo la prima presentazione sulle rispettive attività: il follow up. Essere costanti nel follow up, farlo diventare una delle nostre abitudini al pari di portare sempre i biglietti da visita con sé, farà sì che il processo referenziale diventi più veloce e la relazione professionale più profonda. E chi meglio del massimo esperto mondiale di networking può darci dei preziosi consigli su come essere costanti e rendere questo processo una buona abitudine?

Durante l’International Networking Week Ivan Misner ha parlato del metodo 24/7/30. Non si tratta di una data, del 24 luglio 2030 ma di un metodo per il follow up basato su intervalli di tempo ben definiti che vi aiuteranno ad essere ricordati dalle persone che avete incontrato.

24 ore è l’intervallo di tempo massimo che deve trascorrere tra il primo incontro vis a vis e un primo contatto scritto. Questo contatto può avvenire in diversi modi. Potete usare un biglietto scritto a mano oppure una mail, in pratica qualsiasi metodo che usate con dimestichezza ma che avrà l’indubbio vantaggio di farvi diventare ricordabili per i vostri contatti.

7 giorni è invece il periodo di tempo per entrare in contatto sui social network. La maggior parte delle informazioni sulle persone con cui vogliamo entrare in contatto passano, si sa, dai social network. Quindi seguiamo i nostri contatti, chiediamo la connessione tramite LinkedIn. Potremo non soltanto restare in contatto ma anche e, soprattutto, capire di più sulla loro vita professionale (e non solo!).

Tutto qui? Certamente no! Dopo 30 giorni è il momento di passare nuovamente dall’online all’offline. Chiamate il vostro contatto per fissare un incontro in cui parlare delle vostre professionalità, capire le eventuali sinergie e trovare nuove opportunità di business reciproco.

Un metodo semplice quello del 24/7/30, che, come tutti i metodi semplici, si rivela efficace solo se non viene applicato come mezzo per concludere una vendita ma per costruire una relazione e aggiungendo due componenti fondamentali: la pazienza e la costanza.

Vuoi saperne di più sul metodo 24/7/30? Guarda il video di Ivan Misner

READ MORE

Print Friendly

Mira al centro!

Barbara Boaglio – Trainer Asentiv Toscana Nord

Quando chiedo ai Membri BNI qual è il loro cliente ideale, spesso la risposta che ricevo è: tutti. Qualcuno precisa la divisione tra privato e azienda, altri arrivano a indicare il settore merceologico. Pochi sanno spiegare esattamente il loro cliente ideale. Lunedì 12 ottobre 1931 Guglielmo Marconi inviò un segnale radio che gli permise di accendere l’illuminazione della statua del Cristo Redentore: Marconi si trovava a Roma, la statua a Rio de Janeiro e riuscì nell’impresa attraverso i trasmettitori che si trovavano a Coltano, in provincia di Pisa. Una triangolazione perfetta che ha funzionato perché tutti erano a conoscenza del loro compito e, soprattutto, a Marconi era chiaro dove si trovava l’oggetto dell’esperimento.

READ MORE

Print Friendly

Big! Come la nostra soddisfazione!

Ramona Picozzi – Assistant Director BNI Brescia 

E’ mattino presto e sulla chat BNI Brescia compare il primo messaggio di Gianni: sono già qui! Inizia così una mattinata a capitoli riuniti della nostra Region nella splendida location di Villa Fenaroli all’insegna dell’entusiasmo, della voglia di collaborare e di offrire ai nostri iscritti un’occasione di incontro per fare networking targato BNI. Ad accogliere gli oltre 290 imprenditori e professionisti bresciani, riuniti in sette capitoli e cinque core in formazione, Alessandro Arienti Executive BNI Brescia che affiancato da Gianni Alessi, Executive ed Area Director ed organizzatore dell’evento, possono proprio affermare : Big! Come la nostra soddisfazione!

READ MORE

Print Friendly

Auguri BNI Musinè

Tutto è cominciato l’11 luglio 2014, quando Maria Grazia D’Angelo e Umberto Aprile hanno partecipato ad un evento di Business che vedeva coinvolti oltre 140 Imprenditori e Professionisti: si trattava dell’inaugurazione, chiamata “Lancio”, di un gruppo imprenditoriale, un “Capitolo BNI”, per la precisione il “Capitolo BNI Monviso”, uno degli oltre 30 gruppi presenti in Torino e cintura. BNI, acronimo di “ Business Net work International”, è un movimento imprenditoriale che raccoglie in tutto il Mondo oltre 240.000 Membri che sposano la filosof ia del “ Givers Gain” (liberamente traducibile in “ Coloro che danno, ricevono”)

READ MORE

Print Friendly

Lanci e Hall of Fame

Nel mese di Marzo sono stati lanciati 9 nuovi Capitoli BNI

  • Portile (MO) – BNI Estense
  • Verona – BNI Al Castello
  • Senigallia (AN) – BNI Vedi Vidi Vici
  • San Benedetto del Tronto (AP) – BNI Oleandro
  • Cortile di Carpi (MO) – BNI Alberto Pio
  • Empoli (FI) – BNI Lionardo da Vinci
  • Bologna – BNI Pareto
  • Milano – BNI I Valori
  • Stresa (VB) – BNI 3 Laghi

READ MORE

Print Friendly

Gruppo o Team?

Un team non è un gruppo di persone che lavora insieme. Un team è un gruppo formato da persone che si fidano l’una dell’altra.

Mentre tornavo in aereo da una conferenza negli Stati Uniti mi è capitato sotto gli occhi un articolo di Simon Sinek:  Growing Together (Crescere insieme, ndr) che citava questo titolo.

Riflettendo su come Sinek riusciva in modo sintetico, ma estremamente efficace READ MORE

Print Friendly

Inossidabile Marisa: “Io ci credo e non cambierei mai”

Mi sono accostata al BNI un po’ per caso 4 anni fa attraverso un mio cliente che in una fredda mattina d’inverno mi ha invitata ad una riunione di un gruppo, in costituzione. Sapete non è stato facile per una come me, bergamasca DOC, diffidente e poco incline alle relazioni, approcciarmi ad un sistema di scambio di referenze e di networking che fino ad allora non era presente sul territorio bergamasco. READ MORE

Print Friendly

32 anni di BNI

Con l’inizio del 2017 BNI International è entrata nel suo trentaduesimo anno. Un traguardo importante per un’organizzazione nata nel 1985, anni in cui i concetti di business networking, networking professionale non erano così conosciuti come lo sono adesso.

Dall’8 Gennaio 1985 lo sviluppo di BNI è stato costante READ MORE

Print Friendly

International Networking Week 2017

Anche quest’anno torna, dal 6 al 12 Febbraio, l’International Networking week.  Un appuntamento, giunto ormai alla sua decima edizione che ha l’obiettivo di promuovere il ruolo che il networking ha per lo sviluppo del giro d’affari di professionisti e imprenditori in tutto il mondo.

L’International Networking Week è un’iniziativa di BNI in collaborazione con altre organizzazioni di networking, istituzioni, associazioni di categoria, camere di commercio…READ MORE

Print Friendly

Power Team 2016

A novembre è terminato il Power Team Drive 2016, il contest che premia i Capitoli che in 6 settimane accolgono al loro interno 6 nuovi Membri.I nostri complimenti ai Capitoli vincitori e ai rispettivi Director per il risultato raggiunto.

READ MORE

Print Friendly

Stampa tutto il contenuto

Print Friendly