Valorizzare l’esperienza BNI con LinkedIn in 5 semplici passi

21 novembre 2016 at 19:04

Fabio De Vita – Social Selling Consultant e Assistant Director

Premessa

BNI è la più grande organizzazione al mondo di imprenditori e professionisti  che credono nel marketing referenziale come strumento di sviluppo dei propri  affari presente in oltre 64 paesi, 200.000+ membri in 7.500+ capitoli, in costante aumento.

LinkedIn è la più grande business community online, con oltre 450 milioni di iscritti al mondo, che cresce al ritmo di 2 nuovi utenti al secondo.

Per i membri BNI, con esperienza nel marketing referenziale, LinkedIn  può essere una grande opportunità di crescita, basta saper coniugare con successo il networking online con quello in presenza e viceversa.

Questo articolo vuole essere un aiuto a tutti i membri  e director che vogliono migliorare il proprio utilizzo di questo social network professionale, per valorizzare la loro esperienza BNI, fornendo una serie di consigli pratici da mettere in campo immediatamente.

Come inserire l’esperienza BNI in LinkedIn

Director:  La forma più appropriata è  aggiungere un’esperienza lavorativa. Se ricopri il ruolo in Region diverse,  il consiglio è quello indicare il ruolo di “Executive Director” nella esperienza lavorativa BNI e di utilizzare la sezione “Progetti” per specificare le tue attività nelle diverse Region.

Nell’esperienza lavorativa è possibile inserire un testo di 2.000 caratteri, in cui descrivere BNI e la propria attività, risultati raggiunti e altre informazioni utili.

E’ possibile anche inserire degli allegati come allegati documenti, video, presentazioni, foto dando valore e contesto all’esperienza.

Membro:  La forma più appropriata è quella di inserire un progetto “Capitolo BNI + Nome capitolo + Città” nella  esperienza lavorativa dell’azienda con il quale sei iscritto a BNI.

E se ricopro un ruolo all’interno del capitolo? Esiste la sezione ”Riconoscimenti e Premi”, in cui puoi inserire il ruolo ricoperto nel capitolo come “Presidente”, “Vice Presidente”, “Comitato dei Membri”, …

Nei “Progetti”  è possibile aggiungere persone, per cui un membro del capitolo potrebbe avere l’incarico di inserire tutti i partecipanti all’iniziativa nel progetto, rafforzando l’immagine del capitolo stesso insieme a quella dei membri.

Nei progetti è possibile inserire anche una descrizione ed il link al sito web del capitolo.

Possiamo inserire BNI anche nella sezione “Organizzazioni”, facilitando la nostra presenza nei risultati di ricerca per parola chiave, attraverso lo strumento di “Ricerca Avanzata” di LinkedIn.

Il network di relazioni LinkedIn

In BNI i membri vengono scelti per capacità professionali e valore del network di relazioni, anche perché nel marketing referenziale il nostro network è un valore importante su cui dobbiamo sempre lavorare, infatti nel manuale del membro ci è chiesto di mantenere una lista sempre aggiornata di 60 nomi.

Con LinkedIn, gestire il mio network di relazioni risulta semplice ed efficace.

E’ importante chiedere la connessione a tutte le persone che incontro durante la mia attività lavorativa e durante gli eventi BNI, compreso le riunioni di capitolo, perché mi permette di conoscere delle informazioni che con grande probabilità non trovo nel sito web aziendale.

In LinkedIn ognuno di noi può rendere visibile il proprio network, questo rende più facile chiedere nome e cognome delle persone che sto cercando o delle aziende alle persone giuste ottenendo referenze qualificate, perché queste facilmente saranno connesse a lui.

Conversazioni di Business con LinkedIn

LinkedIn, attraverso la funzione di messaggistica privata, mi permette di rimanere sempre in contatto con le mie connessioni e avviare in qualsiasi momento delle conversazioni di business.

Avere il mio network mappato su LinkedIn , mi permette di essere costantemente in contatto con le persone che mi interessano  e alle quali posso interessare,  avendo un canale di comunicazione professionale privilegiato.

I messaggi LinkedIn vengono letti 7 volte di più rispetto alle email. Fai mente locale e pensate a quanti messaggi LinkedIn ricevi rispetto alle email.

Consigli: Utilizza messaggi brevi, vai dritto al punto, cerca di avviare delle conversazioni  che poi si tramutino in telefonate o appuntamenti, familiarizzare con il proprio network è importante per ottenere dei risultati di business. Invita gli ospiti utilizzando i messaggi LInkedIn, sia in fase di core group che alle riunioni di capitolo.

Il messaggio implica di solito la visita al profilo del mittente, migliorando continuamente la tua visibilità e reputazione all’interno del tuo network.

Incontrare ogni settimana 40-80 qualificati imprenditori e professionisti disponibili ad ascoltarti e fare gioco di squadra non è da tutti, ogni volta che inviti un ospite ad una riunione, gli stai facendo un favore e creando delle opportunità.

Migliorare la nostra credibilità e ottenere il Profitto

Chiamale “Testimonianze” se lo preferisci  al termine “Raccomandazioni” utilizzato da LinkedIn,  ma sono elemento indispensabile nella vostra esperienza lavorativa per ottenere referenze.

Le testimonianze dei nostri clienti, partner, fornitori, colleghi ci permettono di diventare “influenti” invece che autoreferenziali.

Avere delle persone che parlano bene di noi ci permette di aumentare la nostra credibilità, ricordi il VCP Process? I 2 elementi per ottenere successo in BNI e nel mondo degli affari sono Visibilità (i 60 secondi, i 10 minuti), la Credibilità (azioni che mi rendono credibile ed autorevole) che poi si tramutano nell’ottenimento di buone referenze che mi permettono di ottenere il profitto.

Il modo migliore per ottenere referenze? Darle a mia volta!

Chiama le persone che ti sstimano e chiedi loro delle “Raccomandazioni” da inserire nel tuo profilo LinkedIn, daranno valore alla tua esperienza  e ti aiuteranno a rafforzare il tuo “professional branding”.

Conclusioni

Spero di esserti stato utile, se vuoi approfondire l’argomento mi trovi naturalmente su LinkedIn, invitami alla connessione con un messaggio personalizzato menzionando la lettura dell’articolo, ti accetterò volentieri nel mio network.

 

 

4 semplici passi per costruire relazioni efficaci*

21 novembre 2016 at 18:23

Luca Ferrario – Executive Director e National Training Team

Quante volte è capitato di vedere un professionista o imprenditore, forse anche noi stessi, andare a un evento di networking, incontrare un sacco di gente e poi non mantenere i contatti con loro?

Molto spesso, giusto?

Questo accade non per la mancanza di interesse nei loro confronti, ma perché siamo persone impegnate con tante attività da fare, che spesso ci dimentichiamo chi abbiamo incontrato il giorno prima, figuriamoci se si tratta di stabilire il contatto con persone incontrate a un evento di networking una settimana fa.

È un peccato perché questi nuovi contatti allargherebbero il nostro network e sarebbero la fonte, diretta o indiretta, di potenziale business futuro.

Il passaggio chiave sta nel comprendere che va dedicato il giusto tempo per coltivare i rapporti.

Ricordati: non è importante il numero di contatti che hai ottenuto, ma sono quelli che sai trasformare in relazioni durature che fanno la differenza.

C’è una bella differenza tra l’avere un “biglietto da visita” e avere un “rapporto”!

Mettiti alla prova:

  1. Fai 10 telefonate a persone che hai appena incontrato.
  2. Di loro che stai strutturando un piano di marketing per il prossimo anno e apprezzeresti tutto l’aiuto che potrebbero fornire in forma di consulenza o di supporto.

Fatto? Com’è andata?

Hanno riattaccato senza risponderti o ti hanno rimandato al mese prossimo?

Prova ora un approccio diverso: chiama 10 persone che conosci bene e di loro la stessa cosa.

Scommetto che hai ottenuto risultati decisamente più incoraggianti.

Perché?

Poiché si ha già di un rapporto con queste persone, una buona parte di loro sarebbe felice di aiutarti. A seconda di quanto “forte” sia un certo rapporto, maggior sarà la probabilità che quella persona ti aiuti in modo sostanziale.

Allora domandiamoci: come è possibile approfondire i rapporti con le persone per arrivare al punto in cui essi saranno essere disposti a darci una mano in futuro?

Ecco quattro passi per muoversi nella giusta direzione.

1. Fai una chiamata personale.

Fissa in agenda il tempo per fare un incontro one-to-one, durante il quale non cercherai di vendere loro il tuo prodotto / servizio (modalità “vendita diretta”), ma imposterai questo incontro per approfondire la connessione, capire come potrai essere d’aiuto al tuo interlocutore e iniziare a costruire un rapporto professionale. (modalità “costruire relazione”)

2. Utilizza i tuoi contatti passati.

Fai una chiamata personale a tutte le persone che ti hanno aiutato o referenziato in passato e chiedi loro come stanno andando le cose. Cercare di imparare di più sulle loro attività in corso, in modo da poterli aiutare in qualche modo.

3.     Rimani in contatto durante tutto l’anno.

Definisci una lista di 50 “persone-chiave” con cui desideri rimanere in contatto nell’immediato futuro. Includi tutti coloro che ti hanno fornito referenze o business negli ultimi 12 mesi e tutti i prospect (clienti potenziali) che hai conosciuto recentemente o con cui vorresti entrare in affari. Connettiti con loro sui social media e rimani in contatto attivo, spedisci loro articoli e/o contributi inerenti la loro attività, spedisci loro una cartolina dalla tua prossima vacanza…. e rimani “connesso” in qualsiasi altro modo che ritieni loro apprezzino.

4. Mantieni la comunicazione.

Due settimane dopo aver inviato loro il tuo primo contributo, chiamali per vedere cosa sta succedendo. Se sono “già clienti” o persone con cui eri già in contatto, questo è il momento ideale per chiedere cortesemente una referenza. Se sono prospect, è ora possibile organizzare un appuntamento, anche a pranzo, e scoprire se i loro piani futuri possono prevedere l’utilizzo dei tuoi prodotti / servizi.

Le relazioni efficaci costituisco il tuo “capitale relazionale” e sono la parte più importante per l’accrescimento del tuo “capitale sociale”.

Puoi continuare a cercare nuovi clienti ogni giorno, oppure puoi scegliere di costruire relazioni efficaci, grazie alle quali potrai generare un mutuo flusso di nuovi clienti.

È quindi fondamentale continuare a investire nei rapporti, perché potrai perdere dei clienti, ma se hai costruito bene le relazioni, difficilmente perderai un rapporto costruito su solide basi.

Le relazioni efficaci saranno veramente la “moneta” del 21° secolo, l’unica che non si può prendere a prestito in banca!!!!!!

ps: nel mio prossimo articolo su SuccessNet suggerirò come iniziare una conversazione con un estraneo ad un evento di networking, tenendo presente che ognuno di noi ha il proprio “stile comportamentale” e comprendere rapidamente quello del nostro interlocutore è utile per costriure una relazione efficace.

 

*liberamente tratto dall’opera di Ivan Misner

Caro Amico Capitolo

8 luglio 2016 at 12:30

Aldo Galzignato – GBR Rossetto spa – Presidente Capitolo BNI Palladio

“Caro Amico Capitolo, un anno di successi”

Ebbene si, ci siamo caro Amico Capitolo…è già passato un anno, intenso…

sorprendente…coinvolgente…entusiasmante!

Un anno con Te che hai avuto il potere, la disinvoltura e la sfacciataggine di “stregarmi”

con la tua filosofia del “Givers Gain”…delle alzatacce mattutine e colazioni “open

networking”, delle presentazioni in “60 secondi”, delle “referenze”, degli incontri “121”, mi

parli di “parms”, “skills”, “gac”, “msp” e “sedute a ferro di cavallo”.

Arrivi improvvisamente un anno fa nella mia vita e sussurrando mi dici: “Aldo, ho bisogno

di Te e Tu hai bisogno di me…sei un bravo professionista con una intensa carriera

lavorativa alle spalle…hai sempre lottato e hai raggiunto spesso i tuoi obiettivi…,ma fuori

tutto è cambiato ed è ora che cambi anche Tu. E’ora di rinascere a livello lavorativo, nella

forma e nei metodi ed io te lo posso insegnare!

Io in principio rimango sorpreso e penso “ma cosa sta dicendo questo qua…da dove salta

fuori? E Ti dico: caro mio…grazie per l’invito ma ho ben altro a cui pensare in questo

momento a riguardo della mia professione e sicuramente dopo 25 anni di carriera hai ben

poco da insegnarmi…”

Ma tu insisti garbatamente e mi inviti a diventare tuo amico…a fidarmi di Te…

“Dammi un pizzico della Tua fiducia Aldo…non te ne pentirai”.

Ed è così che inizia la magia…un incontro, due incontri…ed è colpo di fulmine…

Vedo nei tuoi occhi la mia giovinezza…l’entusiasmo, quello vero, dei primi anni di carriera,

vedo freschezza, amicizia, comprensione ma anche determinazione, professionalità,

testardaggine e competenza…oh si tanta tanta competenza.

Vedo sorrisi, strette di mano, sguardi attenti e incuriositi.

Vedo risate davanti ad uno smarphone e briciole di brioches sul pavimento…

E dopo un anno, un bel mattino mi dai una pacca sulla spalla e mi sventoli sotto il naso

con aria soddisfatta un risultato incredibile…: 1.100.000 € di “Grazie Affari Conclusi…”

Ed ogni volta che ci ripenso caro amico Capitolo rimango senza parole…

Ricordo quando ti ho chiesto: “ma tu che fai tutte queste cose sorprendenti, come ti

chiami?” e tu mi hai detto: “caro Aldo io mi chiamo:

Daniele, Diego, Elena, Eleonora, Emanuele, Enrico, Filippo, Franco, Giacomo, Giorgio,

Lorenzo, Mara, Marco, Maria Cristina, Marta, Massimo, Matteo, Maurizio, Nicola, Paola,

Paolo, Rita, Sara, Silvia, Silvano, Stefania, Stefano, Vittorio.

Ma Tu amico mio, puoi chiamarmi semplicemente…BNI Palladio…”

E mi hai confidato anche: “sai anch’io ho bisogno di incoraggiamenti ogni tanto…, in che

senso? Ti ho risposto io incuriosito…e Tu: ma no…sai…giusto per ricaricare le batterie e

avere qualche consiglio o aggiornamento, vado a trovare due vecchi e cari amici. Si

chiamano Curzio e Nicola…un giorno te li presenterò…”.

Buon Compleanno caro Amico Capitolo…e…grazie di avermi sconvolto la vita…

Referenze…on air

20 aprile 2016 at 12:19

Luca Tamburlini – Polifemo Fotografia, Capitolo BNI Orefici

Un sabato sera ero tranquillamente a casa, ascoltando la mia trasmissione radiofonica preferita, un programma di musica e parole condotto da un DJ bravissimo e simpaticissimo che non disdegna di fare considerazioni e commenti personali.  A un certo punto dice: “ascoltatori, mi serve un lattoniere!”.

La mia attenzione ha subito un picco: nel mio capitolo BNI l’idraulico una volta ha dichiarato di fare anche questo, cioè il lattoniere!

Che faccio? Spedisco subito un sms alla radio dicendo “ce l’ho io il lattoniere per te”!

Il lunedì mattina la prima cosa che ho fatto è stata mandare una mail all’indirizzo personale del DJ con i riferimenti dell’idraulico.

Ebbene, pochi giorni dopo mi è arrivato un Grazie Affare Concluso dall’idraulico!

E tutto perchè ascoltavo la radio….quindi, antenne sempre dritte!

Il BNI Palladio sfora i 500.000€ nei primi mesi di vita

2 dicembre 2015 at 15:04

Mara Sella, ex Presidente del Capitolo BNI Palladio

Il 20 maggio 2015 è nato il capitolo BNI PALLADIO grazie alla tenacia e la caparbietà di 18 professionisti che hanno deciso di mettersi in gioco e che forse hanno pensato che l’unico modo per poter crescere fosse quello di cambiare le proprie abitudini.

Ho avuto l’onore di essere il presidente in questi primi mesi di vita del Capitolo con il prezioso contributo del Segretario, la dott.ssa Rita Cavaliere e del Vicepresidente Marco Casagrande sostituito successivamente per motivi familiari, da Massimo Conforto.

Il nostro capitano, tecnicamente definito Assistant Director, Nicola Morocutti, ci ha guidato e accompagnato nella preparazione del lancio del Capitolo con saggia determinazione e tanta pazienza oltre ad una nota di simpatica ironia che sempre lo contraddistingue soprattutto alle prime ore del mattino.

La giornata del Lancio è stata un emozionante traguardo, costruito e desiderato da ciascun Membro del Capitolo con tanto impegno e passione, e allo stesso tempo l’inizio di un nuovo ed entusiasmante cammino.

Tutti insieme abbiamo caricato quell’energia in uno zaino che, mercoledì dopo mercoledì, ci ha permesso di arrivare a 27 persone, 302 one to one, 206 referenze scambiate e un totale di 518.000,00 euro di affari conclusi.

Non è sempre stato facile. Appena il treno parte ti accorgi dell’importanza di avere delle rotaie diritte che ti permettono di non andare fuori strada, e soprattutto una direzione, un obiettivo da raggiungere. Non si rimane fermi…o si cresce o si muore.

Le regole che subito mi sembravano scontate e troppo rigide sono state pietre di fondamento per il rispetto tra le persone. Ciascun ruolo prestabilito dal regolamento risulta parte di un ingranaggio che permette all’orologio di dettare il tempo.

Da qui il prezioso contributo del Comitato dei Membri: Maria Cristina Pozzan e Antonino De Silvestri che hanno aiutato nel preservare la qualità dei professionisti che entravano nel gruppo.

I responsabili degli ospiti: Sara Albini, Diego Bucci, Silvia Pegoraro che hanno coccolato gli ospiti in visita.

I responsabili degli eventi: Elena Dal Maso e Paolo Tessarolo che hanno aiutato a trovare una location confortevole.

Il responsabile del materiale: Lorenzo Antoniazzi che non ci ha fatto mai mancare nulla.

Il responsabile della formazione: Stefano Marai che con il suo BUONGIORNO ci svegliava e scuoteva le nostre coscienze.

L’impegno di alzarsi ogni mercoledì, di preparare i 60 secondi, cercare dei nuovi ospiti non è facile ma la carica di energia che porto a casa dopo le 9 è impagabile.

Il famoso segreto del: “cosa posso fare per te?” Quanto più si dona gratuitamente e tanto più si cresce. E ogni mercoledì sei costretto a farlo.

Oggi il mio compito è concluso e ho passato la staffetta, per prendere un nuovo ruolo e cambiare nuovamente le mie abitudini per crescere ancora.

Quello che mi porto nel cuore è una grande soddisfazione perché riesco sempre meglio a parlare in pubblico, presentarmi in modo sintetico e chiaro, essere più consapevole della mia professionalità.

Ispirandomi a Dan Peterson, la forza del capitolo BNI Palladio sta nell’entusiasmo del gruppo, nelle sue battute su whatsApp, nelle partite di calcetto, e nelle goliardiche cene, e soprattutto nel costante e duro allenamento di squadra del mercoledì mattina.

 

BNI Spritz – Un Capitolo “normale”

2 dicembre 2015 at 11:58

Dario Sieve – Regional Director BNI Padova – Rovigo

Alberto Bobbo – Prosyt

Quando un Capitolo raggiunge una cifra considerevole di affari conclusi (GAC) nascono sempre le classiche domande “Come ha fatto quel gruppo a sviluppare tanto business?” Quando poi il ‘tanto business’ viene dichiarato nel corso di una sola riunione i punti interrogativi si moltiplicano.

Durante una riunione di Capitolo il Capitolo Spritz di Padova ha consuntivato 433.000 euro di GAC, di cui circa 350.000 con due grandi “colpi”, e altri 80.000 con affari “minori”. Subito sono partite le classiche domande che avevano come finalità il capire se ci fossero dietro delle azioni particolari che hanno portato a quel bel risultato e che possono essere replicate anche in altri Capitoli

Rispondo molto volentieri, considerando il tutto, da due punti di vista specifici. Il primo, che vedete qui sotto, è la testimonianza di Alberto Bobbo,  che ha fatto i 2 “grandi colpi”, spiegando di cosa si tratta. Noterete, che si parla di consulenza e information technology, e non di edilizia, come tutti penserebbero. Subito dopo la sua testimonianza, alcune mie riflessioni, sui rimanenti 80.000 euro

Testimonianza di Alberto Bobbo

 ”Nel capitolo Spritz possiamo tranquillamente individuare un core group di servizi alle imprese dove ovviamente si mettono insieme gli effettivi servizi di consulenza con l’ITC. Da tempo io e Marco Zara lavoriamo in sinergia effettuando azioni di marketing congiunte in cui presentare tecnologia, competenza e strumenti di finanza agevolata a supporto degli investimenti di automazione software dei processi aziendali e industriali. Questo ci consente di ottenere degli ottimi risultati in termini di progetti e contratti…stiamo concretizzando un grosso lavoro fatto sul Bonus Ricerca e quindi portiamo a casa GAC che cubano 234, 60, 114 k ..questo è solo l’inizio …per fine anno ci aspettiamo dei risultati oltre ogni più rosea aspettativa!”

Questo appunto, per i 350.000 euro

Gli altri 80.000 hanno avuto, tra gli altri, questi GAC, che ora ricordo a memoria:

- ricerca e selezione di personale, 750 euro

- personal trainer ( quindi, quello “atletico”, non quello “mentale”, 4 GAC, per un totale di circa 1.000 euro

- piccola ristrutturazione interna di alloggio, circa 4.000 euro

- mental coach, circa 800 euro

- disinfestazione alloggi da insetti, più GAC, per un valore di circa 800 euro

- vendita integratori alimentari, più GAC per circa 600 euro

- fisioterapista, circa 300 euro

- operatrice olistica, circa 400 euro

- amministratore di condominio, circa 500 euro ( a memoria )

Ho volutamente evidenziato molti ruoli che, in molti dei miei Capitoli, non sono presenti, per non dire poco ricercati, proprio perchè ritenuti poco produttivi.

Vorrei chiudere questa riflessione, tornando sul punto delle “piccole ristrutturazioni”

L’ho lasciato, in quando, nel capitolo, ci sono 3 persone che si occupano di edilizia: una grande impresa edile classica, una grande impresa edile che fa solo case in legno, ed una piccola impresa che si occupa appunto delle piccole ristrutturazioni interne

Nel Capitolo BNI Spritz, tra i tanti fattori vincenti, ne vedo due in particolare : lo spirito di squadra, e la “voglia” di aiutarsi, dandosi referenze, ma soprattutto l’aver capito che l’unione fa la forza, e che quindi è molto meglio rinunciare ad una piccola fetta di torta, per mirare ad una fetta molto maggiore, in una torta più grande

In pratica, allo Spritz non sento mai lamentele, quando un iscritto vede arrivare un candidato, che gli potrebbere togliere un pezzettino di lavoro; il primo pensiero che viene in mente, è quello che se perdo 10 per la speranza di guadagnare 40, non ci devo pensare due volte

Un punto su cui fare molta attenzione. Capita spesso infatti di vedere l’esatto opposto: persone che, alla paura folle di perdere un 10 % delle loro potenziale referenze, preferiscono immediatamente scartare l’idea di incrementare i GAC del 40%. E questo, spesso, porta a rinunciare a qualcosa che potrebbe portare a grandi risultati come quelli che abbiamo visto prima.

Gli iscritti allo Spritz sono persone normalissime, a cui piace stare assieme, e fare squadra…ma soprattutto, sono persone che, alle lamentele, preferiscono i fatti concreti, e le azioni mirate al business

Questo spirito, dal 1 gennaio ad oggi, ha fatto superare i 1.250.000 euro di GAC….cosa ne pensate , di provarci anche voi?

 

Chi ben comincia…

17 settembre 2014 at 12:15

Paolo Mariola, National Director BNI Italia 

Ci ritroviamo di nuovo a Settembre. Il mese della ripresa delle attività, delle nuove partenze, dei nuovi obiettivi (o semplicemente dei buoni propositi) e, naturalmente, delle attività di networking.

Settembre è anche il mese delle novità e anche in BNI Italia ci prepariamo ad un anno ricco di nuove iniziative che quest’anno voglio condividere con voi.

Iniziative che non riguardano soltanto la nostra realtà ma anche le collaborazioni e le partnership con altre organizzazioni che condividono la mission di BNI, ossia lo del business di professionisti e imprenditori grazie alle attività di networking.

Ho il piacere di comunicarvi che abbiamo iniziato una collaborazione con ComplexLab, un progetto che ha l’obiettivo di aumentare la visibilità delle competenze di professionisti e imprenditori anche sul web, “piazza” sempre più importante anche e soprattutto a livello professionale, grazie alla condivisione di contenuti interessanti e mirati che rappresentano uno dei presupposti fondamentali della visibilità sul web.

Come inizio della collaborazione con ComplexLab ho pubblicato un mio articolo: Business Network Professionale da tripla A, dove la “tripla A” non corrisponde a un indicatore ma a un insieme di buone pratiche che, se portate avanti con costanza, possono dare al vostro business network una marcia in più. (Clicca qui per maggiori dettagli sulla partnership)

L’anno lavorativo BNI si apre anche con altri importanti appuntamenti che riguardano più direttamente la vita di Capitolo e l’attività di Membri BNI.

Prima tra tutte il nuovo sito BNI Italia e i nuovi siti delle Region BNI che presenta tante nuove funzionalità utili sia per la navigazione degli utenti che per l’aumento della visibilità in BNI. (clicca qui per conoscere le nuove funzionalità del sito BNI Italia)

Inoltre ad Ottobre ritorna il Power Team Drive, iniziativa che ha l’obiettivo di rafforzare i Power Team dei Capitoli e che per alcuni di voi è un’assoluta novità ma che vi verrà presto presentata in dettaglio dai vostri Director.

Infine, ultima ma non meno importante, la Conferenza BNI Italia 2015 che quest’anno si svolgerà in luoghi e con modalità totalmente diversi rispetto al passato. Un evento a cui spero fin da ora che parteciperete numerosi per fare networking, allargare la vostra sfera di contatti e iniziare nuove collaborazioni. (clicca qui per saperne di più).

Collaborazioni, contatti, sinergie. Parole chiave per la ripresa delle attività di networking e della vita di Capitolo BNI.

Concetti su cui pongo spesso l’accento all’interno dei miei interventi formativi in BNI e che sono allo stesso tempo punti di partenza e di arrivo delle attività di referral marketing e in particolare del metodo BNI. Spesso però nel mondo professionale questi termini non sempre vengono interpretati nel modo migliore e si tende a considerare il professionista o l’imprenditore al nostro fianco come una minaccia per la nostra “fetta di mercato”, un potenziale concorrente.

Quindi mi fa particolarmente piacere questa volta condividere le esperienze positive di alcuni Membri BNI, dove persone apparentemente concorrenti potenziali concorrenti sono diventati invece fonti di buone opportunità (leggi l’articolo Concorrenti o collaboratori?) e dove la sinergia diventa motore per nuovi successi (leggi l’articolo Il contrario di uno).

E quando si parla di sinergie e collaborazioni non dimentichiamoci di BNI Connect. Voglio portare alla vostra attenzione anche altre testimonianze di contatti e networking sviluppate stavolta grazie a BNI Connect, strumento che consente ai Membri BNI di sviluppare la propria rete a livello internazionale entrando in contatto con altri professionisti e imprenditori in tutto il mondo. Abbiamo per questo dedicato a BNI Connect un’intera sezione del sito SuccessNet.it, Get Connected Stay Connected che avrà l’obiettivo di raccogliere le testimonianze e le storie di successo dei Membri BNI che hanno iniziato ad utilizzare BNI Connect in modo proattivo, cogliendo le potenziali opportunità di business che possono derivare anche dal networking BNI online. (Leggi qui le prime testimonianze di Get Connected Stay Connected).

E per supportarvi sempre di più stiamo preparando dei momenti di formazione specifici che verranno erogati online e offline per mettervi in condizione di usare questo strumento nel modo più efficiente possibile.

Buona lettura e buon networking (online e offline)

Conferenza Nazionale BNI Italia 2015 – Save the date

17 settembre 2014 at 12:03

Ufficio Nazionale BNI Italia

Torna anche nel 2015 l’appuntamento più importante dell’anno BNI Italia: la Conferenza Nazionale BNI Italia.

Una Conferenza che già dalle prime fasi di preparazione si preannuncia come un evento che occuperà un posto speciale nell’album dei ricordi BNI Italia.

Quest’anno infatti la Conferenza si svolgerà in un luogo e con modalità totalmente differenti dalle precedenti edizioni. Teatro di sessioni di formazione, one to one e networking BNI quest’anno sarò infatti la “FAVOLOSA” ed itinerante cornice della Costa Crociere.

Quando? Dal 30 Aprile al 5 Maggio 2015

L’itinerario? Savona, Barcellona, Ibiza, Marsiglia

Il Nome della Nave?.. COSTA FAVOLOSA naturalmente!

BNI Italia ha riservato delle cabine a condizioni particolarmente vantaggiose per tutti i Membri BNI.

Seguiranno tutti i dettagli dell’evento. Nel frattempo sincronizzate le agende!!!

 

BNI – A cosa ti sei iscritto?

9 giugno 2014 at 12:30

James Sanderson, Co – National Director BNI Italia

BNI nel mondo sta avendo un successo sempre più sorprendente, con oltre 164.000 Membri e 6681 Capitoli. 45.000 Membri e 1856 Capitoli sono in Europa. Lo scorso anno abbiamo scambiato, soltanto in Europa, 1.6 miliardi di euro di business!

In ogni caso c’è spesso una disparità tra i Membri su quello che stanno vivendo in termini di esperienza e di successo individuale in BNI e abbiamo riscontrato questo perchè molte persone che fanno parte di BNI non si rendono conto di cosa fanno parte.  E voi?

Fate parte di un Gruppo di Networking o di una squadra di Referral marketing? Questa è un’importante differenza.

Credo che il motivo principale per cui siete entrati a far parte di BNI sia avere maggiori risultati per la vostra attività ma aspettarsi risultati immediati spesso non è realistico a meno che non siano già stati stabiliti.

Desiderio. Esattamente quale tipo di business si vuole e da dove può arrivare. Una persona molto saggia una volta disse “Non ti posso aiutare e non puoi aiutare te stesso fino a quando non saprai cosa vuoi”. Questo vale ancora di più per noi che facciamo parte di BNI.

Comprensione. BNI è un sistema di grande successo che è stato sviluppato dai Membri per i Membri e ha impiegato 25 anni per perfezionarsi. Funziona già e tutto quello che dobbiamo fare è capire e applicare questo semplice sistema.

Convinzione. Questo sistema può funzionare per tutti e il successo cui può portare è spettacolare. Un Capitolo con 40 Membri scambierà ogni anno 2 milioni di euro di business e ogni singola posizione BNI vale circa 36.000 euro.

Impegno. Siete preparati ad impegnarvi nell’applicare il sistema in modo costante. In Inghilterra facciamo la colazione con uova e bacon. La gallina depone l’uovo ma è il maiale che è più coinvolto.

Correggere le azioni. Comprendete cosa differenzia BNI da un gruppo di networking e siate focalizzati sul perferzionare le vostre abilità nelle aree fondamentali.

Al di là di questo dobbiamo anche capire che per avere successo in BNI  è necessario prendere possesso del nostro Capitolo ed essere impegnati a migliorare ogni volta il tutto. Un metodo efficace per fare questo è fare regolarmente un’analisi SWOT dei suoi punti di forza, di debolezza, delle opportunità e delle minacce e fare i cambiamenti necessari  per migliorare in modo più metodico invece che casuale.

Fare più affari è sicuramente l’obiettivo numero 1 di BNI ma le persone entrano a far parte di BNI per ragioni diverse e da un recente sondaggio condotto in Scandinavia sono stati identificati 16 diversi tipi di beneficio da cui i Membri traggono valore aggiunto.

Infine, forse la cosa più importante da capire rispetto alla nostra partecipazione a BNI è che la risposta che potremmo aspettarci da un’azione di marketing o da una campagna pubblicitaria è molto diversa qui. Considerando che queste ultime vanno ripetute più e più volte, con risultati spesso incerti, in BNI stiamo investendo il nostro tempo per avere maggiori risultati nel corso del tempo con sforzi sempre minori. Ecco perché i Membri BNI che hanno capito realmente di cosa fanno parte rimangono. Perché? Non possono permettersi di lasciare perché vedono che fino al 90% del nuovo business proviene da BNI.

Se capiamo veramente ciò di cui siamo entrati a far parte allora questa sarà la nostra esperienza. Un grande e fondamentale risultato per ogni tipo di attività.

 

Capitoli BNI Outstanding!

9 giugno 2014 at 12:00

Premi per la creatività e non solo…Durante la Conferenza Nazionale sono stati premiati per i risultati raggiungi il Capitolo BNI Portocanale e il Capitolo BNI Wall Street.

Il Capitolo BNI Wall Street (BNI Torino) è stato premiato per aver raggiunto subito il lancio il traguardo di 35 Membri, iniziando quindi la sua attività con un numeroso gruppo di professionisti e imprenditori con lo scopo comune di aumentare il proprio giro d’affari. Il Capitolo BNI Wall Street è quindi il primo Capitolo italiano Hall of Fame.

Il BNI Porto Canale (BNI Romagna)  invece è stato premiato per il maggior volume d’affari scambiato nel 2013 (oltre 924.000€ nel periodo aprile 2013 – Marzo 2014).

Giorgio Camporeale, Director del Capitolo BNI Portocanale, ritira il premio insieme ad alcuni Membri del Capitolo per il maggior volume di business generato.

Luca Pellegrino, Director del Capitolo BNI Wall Street ritira il premio per il primo Capitolo italiano Hall of Fame