Fare soldi mettendosi in mostra!

21 novembre 2016 at 18:04

Dr. Ivan Misner e Beatrice Sparacino

Dr. Ivan Misner – Beatrice Sparacino

Hai mai tagliato i capelli…al telefono? Probabilmente no. Questa è solo una delle attività per cui è necessario essere presenti. Bene, si scopre che anche BNI è così. Le persone entrano a far parte di BNI per scambiare referenze e incrementare il proprio giro d’affari. Razionalmente sappiamo che è importante costruire relazioni ma non è sempre evidente quanto sia fondamentale per il processo referenziale.

Abbiamo scoperto l’impatto che la frequenza ha sull’organizzazione molti anni fa quando alcuni Capitoli BNI si incontravano due volte al mese. Sì, è vero – alcuni Capitoli si incontravano due volte al mese nel 1985. Perché non potremmo farlo ora? Bene, è una risposta molto semplice. Abbiamo scoperto che i Capitoli che si incontravano due volte al mese scambiavano il 52% di referenze in meno rispetto ai Capitoli che si incontravano settimanalmente!!! Stavano veramente andando a picco?  Sì, scambiavano il 52% di referenze in meno di quelli che si incontravano ogni settimana. È una statistica davvero scioccante. Quando questa statistica è stata mostrata nel 1985, ogni singolo gruppo, eccetto uno, ha iniziato a fare incontri settimanali. Quel Capitolo che aveva rifiutato è stato chiuso pochi mesi dopo. Di conseguenza, fin dai primi mesi del 1986 tutti i Capitoli BNI hanno iniziato a riunirsi tutte le settimane.

 

La co-autrice di questo articolo, Beatrice Sparacino, ha trovato riscontro di questo fattore nella sua tesi di Laurea presso l’Università Bocconi, Milano. Nel suo studio ha analizzato il volume degli affari conclusi in rapporto al numero di assenze per membro all’interno di una region. Come indicato dal grafico qui riportato i Membri che hanno una percentuale di assenze più bassa sono anche quelli che hanno ottenuto un numero maggiore di Grazie Affare Concluso. Potete vedere nel grafico che nel momento in cui raddoppia il numero delle assenze, la quantità di grazie affare concluso decresce di circa il 50%! Vi risulta familiare questa statistica? Non è cambiata nel corso degli anni. Meno assenze all’interno del Capitolo equivalgono ad un numero maggiore di affari concluso. I dati parlano chiaro.

BNI è un acceleratore per le referenze di business, in quanto riduce il tempo richiesto per costruire relazioni e fiducia tra le persone. Quella fiducia fa sì che possiate ricevere referenze e ottenere un maggior volume di business. Per questo essere presenti agli incontri di Capitolo ogni settimana fa sì che siate sempre “ben presenti nella mente” dei vostri colleghi Membri.

Di recente Massimo Osenga, un Membro BNI di Vercelli ha tenuto un breve corso di formazione sull’importanza di essere presenti, all’interno del suo Capitolo.  Durante il training ha detto che, un po’ di tempo fa, seguiva assiduamente un famoso reality show. In particolare seguiva una coppia che faceva parte dei concorrenti. Ha iniziato a seguirli su Twitter, Facebook e altri social media. E, dopo un certo periodo, è successo l’impensabile. La sua coppia preferita era stata eliminata dalla gara e non faceva più parte dello show. All’inizio Massimo era molto dispiaciuto di questo. Alcune settimane dopo i due sono stati invitati nuovamente allo show come ospiti. È stato a quel punto che ha realizzato che in quel breve periodo aveva totalmente dimenticato i suoi concorrenti preferiti!!!

Il vecchio adagio “Lontano dagli occhi, lontano dalla mente” (“out of sight, out of mind”) è assolutamente vero e vale anche per le referenze in BNI. I Membri che pensano che saltare un incontro di Capitolo non sia importante sbagliano in modo clamoroso. I dati sono cristallini. Perdi incontri e perdi affari oppure fai incontri e fai business. I dati sono lampanti e lo sono stati fin dall’inizio.

La scelta è la tua!

Sta a te decidere cosa vuoi ottenere dalla tua partecipazione e dalla tua esperienza al Capitolo.

 

Quando il sogno diventa realtà: “Take the Chance” il Video che ha fatto il giro del Mondo.

8 luglio 2016 at 12:57

Emanuela Romano – Assistant Director BNI

“Immaginate un importante Video Contest Nazionale, che si svolgerà alla presenza del Fondatore di BNI Ivan Misner: Noi realizzeremo il più bel video che sarà nelle nostre possibilità, Misner lo vedrà, vinceremo il Video Contest e il nostro video farà il giro del Mondo!”.

Certo, una Assistant Director che si presenta dinanzi al suo Capitolo BNI e pronuncia queste parole può avere solo due tipi di destino: o essere internata, o accendere nei cuori dei Membri un grande sogno…Per fortuna il destino è stato la nascita del grande sogno!

Questo è l’inizio della storia che ha visto gli oltre 50 Membri del Capitolo BNI Torino impegnati nella realizzazione del video che ha commosso i Membri di BNI Italia e non solo, suscitando emozioni e immedesimazione con il protagonista che, nella suggestione rievocativa del famoso Film “Sliding Doors”, sdoppia la sua sorte, dapprima gettando la grande Opportunità di diventare Membro BNI, rappresentata da un foglio Referenza casualmente rinvenuto in terra e poi, dopo un rewind che lo riporta al momento della Scelta, cogliendo la Chance e cambiando radicalmente la sua vita. Il protagonista, prima solo nella sua grande azienda, si trova proiettato nel mondo delle Referenze e del Business collaborativo.

Un video capace di coinvolgere e commuovere.

Il Video ha quattro piccoli ma grandi segreti.

Il primo segreto: chiedete all’Assistant Director Emanuela Romano il segreto della musica di sottofondo del Video, scritta e musicata da Riccardo Romano, di grande impatto emotivo.

Il secondo segreto: ogni immagine relativa alla Riunione è stata girata durante una normale Riunione Operativa settimanale, nella sede del Capitolo BNI Torino (Palazzo Costa Carrù della Trinità cui si devono i ringraziamenti), senza alcuna finzione scenica: l’allestimento della sala e il benvenuto ai nuovi Membri sono esattamente quelli ritratti nel Video, essendo obiettivo del Capitolo BNI Torino mantenere ai massimi livelli la Cultura BNI.

Terzo segreto: per la realizzazione del Video, il Capitolo BNI Torino ha ottenuto le autorizzazioni della GTT (Gruppo Torinese Trasporti) che ha concesso gratuitamente un’intera stazione della Metropolitana di Torino (la Stazione Fermi): la Metropolitana è un vanto della Città, rappresentando uno splendido esempio di mobilità pubblica con avanzatissima tecnologia.

Ultimo segreto: il signor Davide Barducci di SBM Studio, lo studio di produzioni e service Audio Video che ha realizzato il meraviglioso Video del Capitolo BNI Torino (http://www.sbmstudio.it) non conosceva BNI e ha creduto nella sfida lanciata dall’Assistant Director Emanuela Romano, che una sera l’ha chiamato raccontandogli la storia di BNI, di Ivan Misner, del Capitolo BNI Torino e del sogno di 50 Imprenditori di vincere il Video Contest Nazionale davanti al Fondatore Ivan Misner per poter fare idealmente il giro del Mondo…e raggiungere gli oltre 200.000 Membri BNI in 69 Paesi.

Così è stato: il Video è stato postato da Ivan Misner più volte nel suo profilo Facebook personale e commentato dal Fondatore come uno dei migliori video mai visti in 31 anni di storia BNI; in data 8 giugno è stato inoltre eletto Video della settimana e veicolato attraverso la newsletter Fast Five ai National Directors di tutti i Paesi in cui BNI è presente, perché sia diffuso tra tutti i Membri del Mondo.

Questa è la storia del sogno in cui hanno creduto tutte le persone che hanno realizzato il Video “Take The Chance”, ma è anche il sogno in cui credono Tutti gli Imprenditori e Professionisti che hanno colto l’Occasione e che hanno scelto BNI.

Crederci sempre, arrendersi mai.

Take the Chance: BNI.

Video Contest 2016

8 luglio 2016 at 11:50

Uno dei momenti più importanti delle Conferenze BNI è sicuramente il video contest. Un concorso che ha come oggetto “il Mio Capitolo BNI” ossia come i Capitoli interpretano la loro esperienza all’interno dell’organizzazione e come questa abbia cambiato il loro modo di fare business. Dopo due edizioni del video Contest che ha visto la musica come protagonista assoluta del gradino più alto del podio (Capitolo BNI Erbaluce, Genova 2013 e Capitolo BNI Porta Venezia, Riccione 2015) quest’anno ben 10 sono stati i Capitoli che hanno partecipato al contest: BNI Barbarossa Seregno, BNI Dallas, BNI Giulio Natta, BNI Las Vegas, BNI Lucca, BNI Manzù, BNI Palladio, BNI Savoia, BNI Torino, BNI Wall Street.

I video finalisti, ossia quelli più votati tramite un sondaggio inviato a tutti i Membri BNI Italia, sono stati quattro: BNI Barbarossa Seregno, BNI Manzù, BNI Savoia, BNI Torino e sono stati proiettati durante la Conferenza Nazionale. Vincitore di questa edizione del video Contest è stato il Capitolo BNI Torino con il video Take a chance (leggi qui il racconto del Director BNI Emanuela Romano) che è stato il video più votato dai Regional ed Executive Director BNI Italia durante il Directors’Day.

Il video ha avuto grande successo anche a livello internazionale ed è stato proclamato Video della Settimana nella newsletter inviata da BNI International ai National Director di tutto il mondo.

Clicca qui per vedere il video

Buona visione

Uniti ancora una volta

8 luglio 2016 at 10:45

Dr. Ivan Misner

Passione. Energia. Gratitudine

Questo è quello che ricorderò delle persone che hanno partecipato alle Conferenze in Italia e in Inghilterra.

Per chi non lo sapesse, mia moglie Beth e io siamo stati in Europa per tre settimane tra l’Italia e l’Inghilterra in occasione delle loro Conferenze Nazionali. Si trattava del nostro primo viaggio in Italia. Inoltre non andavo in Inghilterra da diversi anni quindi si trattava di un grande impegno per tutti coloro che erano coinvolti.

Una delle ragioni per cui mi piace partecipare alle Conferenze Internazionali è perché amo incontrare le persone che guidano BNI: i nostri Membri. Imprenditori che lavorano sodo per raggiungere grandi risultati, che hanno abbracciato i nostri core values, che hanno la voglia di imparare nuove modalità per sviluppare ancora meglio il proprio business. Vedere la loro energia e il loro coinvolgimento è ciò che mi spinge a continuare a produrre contenuti e trovare nuove strade per dare alle persone buoni consigli sul networking e sullo sviluppo delle piccole e medie imprese.

In Italia ciò che mi ha colpito di più è stata l’ospitalità delle persone. Il calore e la gentilezza erano tangibili e non ho avuto alcuna problematica a interagire – nonostante le barriere linguistiche. Come dico sempre, il networking è sempre lo stesso indipendentemente dalla lingua e la cultura di appartenenza non può impedire alle persone di interagire con gli altri (a questo proposito vi sfido a fare networking con qualcuno che ha una cultura diversa dalla vostra – potreste essere sorpresi di scoprire quanto siete simili). Tutti vogliono avere successo, tutti vogliono usare gli strumenti in modo corretto – e questa è una cosa che ho percepito in modo molto forte dai Membri BNI in Italia. In  ogni momento c’era qualcuno che mi stringeva la mano e che mi ringraziava per averlo aiutato ad uscire dal periodo più difficiel della sua vita professionale. Per ttuto questo sono davvero grato.

I nostri Membri in Inghilterra sono stati davvero unici nella loro energia. Ho potuto toccare con mano il loro grande entusiasmo e avrei voluto riempire un’intera bottiglia per averlo sempre con me quando ho bisogno di un po’ di carica. Non appena salito sul palco il venerdì durante il Members’Day i Tweet hanno iniziato a moltiplicarsi come dei fuochi d’artificio – centinaia nel giro di poche ore.  Hanno seguito ogni parola del mio speech, si sono soffermati su ogni parola e questo mi ha reso estremamente apprezzato. Quando ho guardato tutti quei tweet ho pensato “Wow! Gli sono piaciuto – gli sono davvero piaciuto!”.

Leggi l’articolo originale a questo link

 

Una giornata particolare

8 luglio 2016 at 10:38

Paolo Mariola

Ci sono giornate nella vita professionale che sicuramente meritano un posto speciale nella memoria. Sono quelle giornate che rappresentano il raggiungimento di un obiettivo o il superamento di un traguardo o, semplicemente, un sogno che quando hai iniziato la tua attività vedevi quasi irrealizzabile.

Ogni Maggio, da ben sei anni, si ripete, puntale, l’appuntamento con le Conferenze Nazionali BNI Italia. Un evento intorno al quale ruota tutto l’anno BNI sia per me che per l’Ufficio Nazionale. Un momento in cui ci mettiamo alla prova incontrando Membri e Director da ogni parte d’Italia (e in certi casi anche dal mondo). Condivisione, networking, esperienze, mani che si stringono, biglietti che si scambiano, one to one.

E quella del 26 Maggio 2016 è una data che sarà certamente difficile dimenticare.

Oltre 600 persone, Membri e Director BNI, hanno partecipato al Members’Day presso il Marriott Hotel, a Milano per ascoltare Ivan Misner, certamente il più illustre tra gli ospiti BNI. Salire sul palco e vedere una sala così grande piena di persone è stata un’emozione che per i primi minuti della Conferenza stava seriamente rischiando di farmi rimanere senza parole. Un’emozione che è rimasta costante in tutta la mattinata che ha visto alternarsi sul palco momenti di formazione, storie di successo, persone che hanno accompagnato BNI nel corso del suo cammino in Italia.

Il tema della Conferenza quest’anno è stato Estote parati “Essere pronti”, un filo conduttore che personalmente porto con me da quando facevo parte dei boy scout e che ha sempre fatto parte anche della mia vita professionale, convinto che per raggiungere grandi risultati sia necessario lavorare in modo sistematico, supportati da metodi e strategie efficaci.

Essere pronti è stato anche il tema dell’intervento di Ivan Misner che ci ha illustrato, nel suo speech come essere preparati al meglio a fare Networking e percorrere le fasi della visibilità e credibilità per arrivare alla profittabilità. Per fare questo si parte da lontano, da un percorso che vede in primo luogo il capire il giusto approccio e il giusto modo di relazionarsi all’altro, dando importanza alla componente personale ed emotiva, oltre che a quella professionale e lavorativa.

E salendo sul palco del Marriott in pochi minuti ho rivissuto i tanti momenti che hanno portato BNI Italia ad arrivare fino a qui e, dentro di me, ho esclamato “Bene, siamo pronti”.

Siamo pronti a condividere con sempre più professionisti e imprenditori su tutto il territorio nazionale il nostro metodo per aumentare il volume di affari grazie alle relazioni professionali basate sulla fiducia.

Siamo pronti, come BNI, a mettere a disposizione della comunità risorse sia economiche che temporali per aiutare le nuove generazioni a costruirsi un futuro migliore. Durante la Conferenza infatti è stato lanciato Business Voices,  progetto della BNI Foundation, che ha lo scopo di aiutare i ragazzi in età scolare che vivono situazioni difficili ad avere accesso a possibilità di crescita culturale e professionale.

Siamo pronti, come BNI Italia, a ricoprire un ruolo sempre maggiore a livello internazionale, come una delle nazioni che hanno registrato la miglior crescita dall’inizio dell’anno.

Siamo pronti a raggiungere altri traguardi dopo aver superato i 4.500 Membri e a migliorarci sempre di più nella qualità del nostro networking professionale.

Ma soprattutto siamo già pronti per la prossima Conferenza: Vicenza, 12 Maggio 2017. Vi aspetto!

4.000 e più

28 aprile 2016 at 12:45

Paolo Mariola – National Director BNI Italia

Sembra ieri quando, il 5 dicembre 2003, si svolgeva il primo incontro informativo di BNI in Italia a Lainate, cittadina di 26 mila abitanti vicino a Milano dove io abito e ho i miei contatti principali. Abbiamo iniziato raccogliendoci intorno ad un tavolo in 25, tutti di professionalità e personalità diverse con un unico fattore comune: svolgere il proprio lavoro con motivazione e attenzione qualitativa.

Ogni volta che rileggo questa frase (contenuta nella prefazione del libro Givers Gain) mi fermo a pensare che oggi i Membri che si riuniscono intorno ad un tavolo sono molti, molti di più in tutta Italia. Mi piace pensare che se tutti i Membri si riunissero lo stesso giorno, in uno stesso luogo, per un incontro BNI non basterebbe un teatro a contenerli tutti.

Dall’ultimo numero di questa newsletter sono passati soltanto pochi mesi e nell’ultima edizione scrivevamo che il traguardo dei 3.000 Membri BNI Italia era stato superato con il lancio di ben tre Capitoli nella stessa giornata.

Dopo soli 90 giorni ho il piacere di condividere con voi che i Membri BNI Italia oggi sono oltre 4.000. Sempre più professionisti e imprenditori stanno entrando a far parte della nostra organizzazione in sempre più zone d’Italia. Un traguardo, quello dei 4.000 Membri, che proietta sia me che il team di Director BNI verso risultati e successi sempre maggiori senza però dimenticare il suo presupposto di partenza: essere uno strumento finalizzato all’aumento dello sviluppo del business grazie al passaparola strutturato, positivo e professionale.

Un metodo e una mission che cerchiamo di mettere in atto giorno dopo giorno, dall’Ufficio Nazionale ai nuovi Core Group, passando per i Capitoli ormai storici di BNI Italia che ci accompagnano da anni in questo percorso fato di passaparola, referenze, reciprocità, in due parole: Givers Gain.

Un traguardo, quello dei 4.000 Membri BNI Italia, che arriva a poche settimane dalla prima visita di Ivan Misner, Fondatore di BNI e Padre del Networking Moderno, in Italia in occasione della Conferenza Nazionale durante la quale condividerà preziosi suggerimenti e strategie per aumentare il proprio giro d’affari grazie alle referenze qualificate.

Ad oggi sono già oltre 600 i Membri e i Director registrati. La mia immagine di un incontro con tutti i Membri BNI si fa sempre più reale!

 

 

Conferenza Nazionale BNI Italia 2016

25 maggio 2015 at 12:12

Dopo Milano, Torino, Genova, Riccione e la Costa Favolosa, la Conferenza Nazionale 2016 ritorna a Milano e si prepara ad accogliere un Ospite d’eccezione: il Dr. Ivan Misner, Fondatore di BNI, riconosciuto a livello internazionale come il “padre del Networking Moderno”.
Vi aspettiamo numerosi il 27 Maggio 2016 a Milano. Un evento unico per incontrare il “Chief Visionary Officer of BNI” per la prima volta in Italia.