BNIConnect: business internazionale

2 marzo 2017 at 14:50

Pasqualino Raso - AWM Solutions – Membro BNI Ticinum

Sono venuto a conoscenza del gruppo BNI la prima volta nell’estate del 2015, quando sono stato invitato come ospite a partecipare ad un incontro. Fino a quel momento, ad essere sincero, non avevo mai avuto necessità di promuovere la mia società attraverso uno strumento di networking. Nonostante questo sono stato incuriosito dall’iniziativa e dalla metodologia messa in atto ed ho deciso di prendere parte al gruppo, iscrivendomi poi nel novembre dello stesso anno. Essendo caratteristica rilevante del nostro business ed essendo a conoscenza della grande potenzialità di un referral online, abbiamo fin da subito compilato il nostro profilo all’interno della piattaforma BNI Connect.
Dopo pochissimo tempo siamo stati contattati da due aziende estere che avevano considerato interessante il nostro profilo all’interno del sito. Abbiamo quindi organizzato un “incontro” su Skype e una volta avuto un confronto abbiamo ricevuto delle offerte di collaborazione.
Dall’ottimo riscontro ottenuto dalla nostra esperienza possiamo quindi consigliare vivamente a tutti gli altri membri BNI di compilare e mantenere sempre aggiornato il proprio profilo perché, soprattutto all’estero, è un aspetto molto importante di cui altre aziende tengono conto.
Se posso permettermi darei un consiglio a noi italiani: convertite il vostro profilo BNI anche in lingua inglese, in quanto potrete avere più possibilità di essere contattati per collaborazioni internazionali. Il consiglio è rivolto a tutti, anche a chi non è intenzionato o non può espandersi all’estero: aziende estere spesso hanno bisogno di un professionista o azienda sul posto in Italia!
Se l’inglese fosse un problema e avete bisogno di una traduzione la soluzione è sempre lì: BNI Connect!

Buon business a tutti

 

 

Dal Lago di Como al Golfo del Messico con BNIConnect

8 luglio 2016 at 12:23

Leonardo Mormandi – Geneco Group, Capitolo BNI Baradello

Per noi aprire un ufficio all’estero è stato un piccolo grande passo per crescere. Entusiasmo, curiosità e voglia di mettersi in gioco erano respirabili in azienda.

Un Paese come il Messico, così vicino per certi versi e così lontano per altri, solare e in crescita, ci rendeva anche consapevoli che si sarebbe dovuto partire letteralmente da zero. Ripartire ricercando i migliori fornitori locali, creando sinergie con partners, formando i nuovi arrivati, era uno stimolo, e anche un impegno importante. Da dove partire? Come portare i temi dell’efficienza energetica ed energia rinnovabile a conoscenza del nostro potenziale mercato?

Ed ecco che tutti insieme abbiamo pensato a BNI. Siamo presenti in 2 capitoli italiani, Baradello di Como e Manzoni di Lecco, e il Messico è un paese dove la presenza di BNI è particolarmente importante!

In 2 minuti (tramite il portale web di BNI) ci siamo messi in contatto con il capitolo Poder di Città del Messico, per poter partecipare e poi iscriversi al capitolo.

E poi? E poi è stato come una riunione di Capitolo in Italia: accoglienza, metodo, tempistiche (e buona colazione).  Non solo ci siamo sentiti già “inseriti” nell’ambiente lavorativo, ma nelle settimane successive abbiamo già instaurato concreti rapporti di collaborazione!

BNI è stata ed è tuttora per noi una reale rete nazionale e internazionale di contatti “fidati” e concreti, conosciuti con tempistiche impensabili con altri mezzi di network.

Un grazie particolare ai capitoli BARADELLO e MANZONI che ci hanno sempre sostenuto in questa avventura!

 

Referenze in Costa Rica

28 aprile 2016 at 12:43

Rienzo Foà – Air Investigazioni srl, Capitolo BNI Borghese

Settembre 2014, mentre affronto un’indagine della mia Agenzia, mi rendo conto di essere ad un punto “morto”, a meno di non proseguire la ricerca di informazioni addirittura in… Costarica!

Il primo pensiero è stato quello di prendere un volo per San José, ma non avendo contatti consolidati sul posto, anche di persona non avrei saputo a chi rivolgermi per ottenere in tempi brevi e con precisione assoluta le delicate informazioni che cercavo. Il passo successivo è stato di cercare con Google qualche nominativo di colleghi detectives in quel paese. Così ho individuato il sito di un collega che mi ispirava fiducia, ma ahimé da un controllo più approfondito quel collega è risultato ben poco affidabile, e anzi era stato anche pesantemente sanzionato delle autorità locali…

Ormai stavo per gettare la spugna, ma per fortuna si è accesa la lampadina BNI! Grazie a BNI Connect ho individuato il nome e l’email del responsabile di BNI in Costarica, e gli ho scritto chiedendo se conoscesse tra i vari membri anche degli investigatori. Steven Carvajal Ruffley è stato una specie di macchina da guerra…! Mi ha subito accolto con amichevole professionalità, prendendo molto sul serio la mia richiesta di aiuto. La sua risposta è stata “non ho investigatori nei miei capitoli, ma siamo BNI, vedrai che troveremo il meglio! Dammi due o tre giorni”. Avevo qualche speranza, ma i dubbi di poter arrivare in fondo all’indagine erano ancora molti…

Esattamente tre giorni dopo, Steven mi manda questa email: “caro Rienzo, ho individuato per te la tua collega Heidy Clavijo, la ho già informata, puoi affidarti serenamente a lei”. Era la referenza perfetta, tutto si è svolto nel migliore dei modi, e grazie alla fiducia reciproca e alla referenza di Steven, dieci giorni dopo Heidy aveva ottenuto le informazioni e fatto un buon business, e io avevo avuto delle ottime informazioni per i miei clienti, rimasti tra l’altro increduli dell’operatività che la mia Agenzia aveva dimostrato loro!!

Grazie BNI, grazie a tutti i membri di renderla così speciale.

BNI Connect funziona!

17 settembre 2014 at 11:56

Francesco Giovanni Pagliari – Avvocato

Mi fa molto piacere condividere la mia esperienza in BNI Connect.

Devo confessare che avevo completato con una certa diffidenza il mio profilo, anche se mi era stato detto dal mio Director che questo sistema avrebbe consentito ai Membri BNI di tutto il mondo di accedere ai profili che vogliono usufruire di quest’opportunità.

Mi sono limitato ad indicare nel profilo semplicemente la mia professione (avvocato civilista), i riferimenti del mio studio (telefono, indirizzo di posta elettronica, etc), completo di fotografia. Per curiosità ho poi aderito ad alcuni gruppi di colleghi italiani e stranieri, solo per ampliare i miei contatti ed avere la possibilità di partecipare a forum e ricevere aggiornamenti. Non confidavo assolutamente nella possibilità di networking lavorativo, ancor meno oltre un livello “locale”.

A distanza di qualche mese ho ricevuto una mail all’indirizzo di posta elettronica che avevo indicato nel profilo da un avvocato statunitense, che mi ha proposto un incarico di consulenza per un contratto che una sua assistita, società di ingegneria multinazionale, stava negoziando con un noto gruppo siderurgico italiano: due importanti realtà aventi un fatturato complessivo di ben oltre i dieci miliardi di Euro. Sinceramente in un primo momento ho pensato si trattasse di “spam” ma leggendo meglio la mail ho visto che il collega faceva riferimento a BNI; ho poi verificato dall’indirizzo riportato nella mail che lo studio legale del collega esisteva realmente in California… Ricredutomi ho preso contatto con il collega e poi ho scritto entusiasta al mio Director: allora BNI Connect funziona davvero!!

Alla prima riunione del Capitolo ho raccontato con una certa emozione a tutti i Membri quanto mi è accaduto – un’opportunità lavorativa pervenutami da oltreoceano e senza averne fatto nemmeno richiesta! – e  invitato caldamente chi ancora non l’avesse ancora fatto a completare subito il proprio profilo con tutti i dati e sfruttare al meglio ogni potenzialità che questo sistema è  in grado di offrire.

Spero davvero che questa mia testimonianza possa indurre tutti i Membri a non perdere opportunità che, senza un particolare impegno, potrebbero pervenire anche oltre i confini del proprio Capitolo

Da Bergamo a Doha…passando per BNI Connect

17 settembre 2014 at 11:51

Intervista a Walter Nicoli, Membro BNI del Capitolo in costituzione BNI Giulio Natta e responsabile del settore di progettazione di I Falegnami Srl, una realtà affermata nel settore della progettazione e realizzazione di mobili in legno e arredo su misura, che ci ha raccontato la sua visita ad un Capitolo BNI di Doha (Qatar) avvenuta lo scorso Maggio.

BNI Italia: Walter come sei entrato in contatto con il Capitolo BNI di Doha?

Walter: Sono entrato in contatto con il Capitolo BNI di Doha tramite BNI Connect. In quanto Membro di un Capitolo BNI in costituzione non ho ancora attivato il profilo e quindi ho chiesto al Director del mio Capitolo, Laura Dorini, di cercare in quella zona contatti potenzialmente interessanti per la mia attività.

BNI Italia: Come mai ti trovavi in Qatar?

Walter: Ero lì per partecipare ad una fiera di settore e ne ho “approfittato” per entrare in contatto con professionisti e imprenditori che fanno parte di BNI.

BNI Italia: E’ stato un incontro di Capitolo positivo?

Walter: Molto. L’incontro si è svolto presso un bellissimo hotel. I Membri del Capitolo (23) hanno riservato a me e ai miei “compagni di viaggio” un’ottima accoglienza. Sono subito stato presentato a professionisti affini alla mia categoria professionale e ho iniziato a fare networking e a scambiare contatti con loro.

BNI Italia: Dopo l’incontro di Capitolo sono seguiti altri contatti?

Walter: Con alcuni Membri con cui avevo instaurato maggiore sinergia i contatti sono proseguiti oltre l’incontro. In particolare sono in contatto con un immobiliarista della zona e con un Ufficio Marketing che ha come core business la creazione di partnership tra imprese del Qatar e imprese straniere occupandosi dei vari aspetti legali e ammnistrativi e con la Presidente del Capitolo

BNI Italia: BNI Italia e BNI Qatar: più analogie o più differenze?

Walter: a parte la differenza di orario (in Qatar gli incontri iniziano alle 6.30 del mattino) direi che la maggior parte sono state analogie. Ho trovato lo stesso ambiente amichevole e familiare che vedo nel mio gruppo e la stessa voglia di fare network da parte dei professionisti presenti. Un’esperienza sicuramente positiva.

BNI Italia: Una volta che il Capitolo BNI Giulio Natta verrà lanciato inizierà ad utilizzare BNI Connect?

Walter: certamente. Ho trovato BNIConnect uno strumento molto utile il cui utilizzo va sicuramente incrementato per raggiungere nuove possibilità di contatti.