BNI in 56 province italiane: Realtà o Illusione?

16 settembre 2013 at 10:45

Paolo Mariola, National Director BNI Italia  

10 anni fa probabilmente avrei detto Illusione…Oggi invece BNI in Italia è sempre più Realtà.

Una Realtà fatta di networking, di professionisti e imprenditori che scambiano sempre più referenze qualificate per generare ancora più business.

Una Realtà che coinvolge oltre 1.600 membri, che è ormai diffusa in 56 province italiane, che allarga sempre di più i suoi orizzonti. Una Realtà che in questi anni è profondamente cambiata e che ha, in molti casi, cambiato il modo di fare business per professionisti e imprenditori anche in Italia.

Sempre più spesso mi chiedono “Qual è l’obiettivo di BNI per i prossimi anni?”. La mia risposta è la stessa di 10 anni fa: BNI Italia organizzazione leader nel networking professionale ed elemento positivo dell’economia italiana. Un obiettivo che diventa sempre più vicino e che mi auguro veda all’interno di BNI sempre più professionisti e imprenditori fare business grazie alla filosofia del Givers Gain®, a relazioni di business basate sulla fiducia e sulla reciprocità.

Siamo a Settembre, tradizionalmente mese di ripresa delle attività lavorative e anche della vita di Capitolo. E sempre a Settembre si traccia un bilancio della prima parte dell’anno e si inizia a pianificare progetti ed iniziative da mettere in atto al ritorno dalle vacanze.

E anche in BNI Italia accade la stessa cosa. Ripercorrendo i primi mesi dell’anno scorrono come fotografie le immagini di tutti i traguardi, le iniziative, gli eventi che si sono svolti in questi ultimi mesi.

Cito fra tutti il grande successo della Conferenza Nazionale a Genova, cui hanno partecipato oltre 350 Membri e Director BNI da tutta Italia e dall’estero (ndr leggi il racconto della Conferenza Nazionale BNI Italia) e durante la quale è stato presentato il libro Realtà o Illusione?, l’edizione italiana del libro di Ivan Misner Truth or Delusion?

Un libro che va ad arricchire la biblioteca dei Capitoli BNI con i testi più importanti di Ivan Misner tradotti in italiano (ndr due anni fa era stato tradotto e diffuso un altro best seller di Ivan Misner Il Segreto di Marketing più conosciuto al mondo) che ha l’obiettivo di sfatare grazie a 49 domande i più grandi miti sul networking.(ndr Clicca qui per avere maggiori informazioni su Realtà o Illusione?)

E nei prossimi mesi? Beh…si continuerà a lavorare con ancora più entusiasmo e voglia di crescere e supportare sempre meglio i Membri BNI nello sviluppo del proprio business con una data importante già fissata in agenda: il decimo compleanno BNI Italia. Il 15 Novembre 2013 a Milano BNI Italia festeggerà insieme a Membri e Director il suo decimo compleanno. Una vera e propria festa per ricordare gli inizi con chi fa parte della nostra organizzazione da tanto tempo e festeggiare anche con chi invece è appena entrato a farne parte.

Buon networking a tutti!!!

 

 

Ho una referenza per te! Ma…

16 settembre 2013 at 10:30

Compila il tuo profilo BNI Connect per avere più referenze!    

Dott. Ivan Misner, Fondatore e Presidente BNI Int’l

Traduzione di I Want to Refer You! But …

Quando ho immaginato per la prima volta la creazione di un programma interattivo on-line che permettesse ai Membri BNI di superare i confini locali del proprio capitolo, ero entusiasta delle opportunità che si prospettavano. Per anni ho voluto utilizzare esclusivamente i prodotti ed i servizi dei membri BNI; quando viaggio per il mondo per affari o in vacanza, quando vado a trovare  i parenti in giro per il paese. So che anche molti membri BNI vorrebbero fare lo stesso. BNI Connect (ora disponibile in oltre 40 Paesi) consente a tutti i Membri BNI di accedere ai profili dei Membri che vogliono usufruire di quest’opportunità.

Ho utilizzato BNI Connect  diverse volte,  sia per servizi e lavori personali  sia per referenziare i Membri BNI di tutto il Mondo. È stato emozionante poter accedere, cercare i professionisti ai quali dare referenze e scoprire i Membri BNI di una determinata zona.

Circa un anno fa, avevo una Referenza da dare e mi misi a cercare su BNI Connect un Membro al quale poter passare la mia Referenza. Il mio entusiasmo si trasformò ben presto in frustrazione dal momento che molti Membri non avevano completato il loro profilo.

Com’è possibile? Davvero i nostri Membri BNI, non sanno che ora tramite BNIConnect il loro profilo è accessibile a tutti i Membri del Mondo?

Mi sono reso conto che i nostri Membri non possono nemmeno scambiarsi referenze incrociate tra Capitoli. Questo perché i nostri sforzi di fare Networking, per la maggior parte della storia di BNI, si sono concentrati a livello locale, perciò probabilmente un cambiamento così importante richiederà maggior tempo per radicarsi.

BNI Connect: un anno dopo

E anche quest’anno è passato velocemente. Ho avuto la possibilità solo un paio di settimane fa di referenziare un professionista BNI di una grande città metropolitana. Dei 10 Membri individuati appartenenti alla categoria professionale che cercavo, cliccando sul profilo dei primi 5 ho trovato descrizioni incomplete contenenti pochissime informazioni.  Finalmente, sul profilo del sesto membro era invece indicato il tipo di lavoro, l’attestato di formazione MSP, diversi riferimenti di contatto (telefono ufficio, cellulare, indirizzo di posta elettronica ..e così via) e l’indirizzo del sito web. Bingo! Esattamente quello che stavo cercando.

Solo per curiosità, ho continuato a sfogliare i restanti quattro profili e ho trovato solo altri due Membri che avevano completato il loro profilo. Su dieci professionisti BNI elencati nel database di appartenenza, solo tre avevano indicato nel profilo le informazioni utili che consentissero ad altri Membri di contattarli.

Condivido la mia esperienza per fare una considerazione. Anni fa, Alice Ostrower – Executive Director nel Connecticut –  durante una Conferenza BNI dei Director ha tenuto una sessione intitolata Standing in the Middle of a Referral. Con BNI Connect non hai nemmeno bisogno di alzarti per essere nel bel mezzo di una Referenza! Perché in questo modo ci sei letteralmente adagiato sopra, tuttavia, è fondamentale che il tuo profilo professionale sia sempre completo!

Il Mantra di BNI Connect è Local Business – Global Network ® e il tuo profilo BNI Connect è parte integrante del concetto Global Network di BNI. Far lavorare l’organizzazione Globale di BNI per te, ti permetterà di aumentare i potenziali guadagni provenienti dalle referenze . Sempre più Membri lo stanno facendo. Abbiamo già alcune storie incredibili.

Spero  che questo articolo ti abbia aiutato a capire l’importanza di completare il tuo profilo BNI Connect. Non completare le informazioni del proprio profilo è come pubblicare un annuncio sul giornale lasciando il campo vuoto.

Che cosa stai aspettando? Accedi e dai inizio alla festa! www.BNIConnect.com  Se non conosci la password o come accedere al sito – puoi contattare il tuo Director. Accedendo anche al sito   http://support.bniconnect.com/home  troverai diverse altre fonti di supporto, seminari registrati e idee. Entra oggi a far parte del “Local Business – Global Network ®”. E se BNI Connect ha già lavorato per te, allora lascia un commento. Mi piacerebbe sentire la tua storia!

Clicca qui per leggere l’articolo originale

Conferenza Nazionale BNI Italia 2013: Networking, Formazione e Referenze

16 settembre 2013 at 10:04

Il 10 Maggio scorso si è svolta la terza Conferenza Nazionale BNI Italia che ha registrato il record del numero di partecipanti.

Oltre 350 infatti sono stati i professionisti e gli imprenditori Membri BNI Italia provenienti da 11 regioni italiane che si sono ritrovati venerdì 10 Maggio a Genova, nella suggestiva cornice del Centro Congressi Magazzini del Cotone. Una giornata intensa ricca di networking, incontri one to one e formazione BNI. Si sono incontrate professioni, percorsi e storie lavorative diverse ma con un unico obiettivo: aumentare grazie al referral marketing e al passaparola strutturato la propria rete di contatti e il proprio giro d’affari.

L’intera mattinata è stata dedicata agli incontri one to one durante la quale sono stati oltre 300 i professionisti e gli imprenditori hanno potuto incontrare le persone professionalmente più interessanti per instaurare nuove sinergie e nuove relazioni di business.

Alle 14.00 la Conferenza ha avuto inizio. Sul palco si sono alternati relatori appartenenti al mondo BNI italiani e stranieri. Le tematiche fondamentali della giornata sono state l’importanza della formazione e dei fondamentali con particolare attenzione verso gli aspetti qualitativi. Grazie ad una formazione sul networking mirata e specifica e ad un’attenta focalizzazione sulla qualità di Capitoli e Membri si avranno maggiori possibilità di instaurare relazioni professionali significative e durature.

Strumenti insostituibili del networker

16 settembre 2013 at 09:45

Marco di Silvio, Area Director BNI Milano Sud, Membro del National Quality Team

Molte associazioni professionali, aziende ed università organizzano eventi di networking per sottolineare le opportunità e le occasioni offerte da questa strategia di marketing. Per trovarli basta leggere i giornali finanziari e locali, LinkedIn o Facebook o ricercare siti specifici quali Asmallword.com. O solo eseguire questa ricerca con Google: “evento di networking” unitamente alla vostra città.

Alcune persone si sentono come un pesce fuor d’acqua nell’affrontare una stanza piena di estranei. Se vi capita, ricordatevi che tutte le altre persone sono lì perché sono come voi, anche loro vogliono incontrare nuove persone e creare nuove relazioni. Piuttosto che subire la paura di partecipare ad eventi di networking, dedicate del tempo a far sì che questi diventino una vostra abitudine. In BNI abbiamo imparato bene quanto l’esercizio continuo porti al miglioramento.

Così come il sigillo è fondamentale per il notaio o la toga per l’avvocato penalista, io credo che, oltre ad avere tanti e validi biglietti da visita, un buon networker debba avere con sé altri strumenti ben più importanti.

National Training Team: Chi non si forma, si ferma!

16 settembre 2013 at 09:15

Il National Training Team racconta a SuccessNet BNI Italia i primi mesi di attività e gli sviluppi della Formazione BNI anche in Italia

Barbara Boaglio, Andrea Borghi e Luca Ferrario, National Training Team BNI Italia   

National Training Team

Da sinistra Luca Ferrario, Barbara Boaglio e Andrea Borghi

In questo periodo il National Training Team ha vagliato tutto il materiale di formazione già presente in Italia, lo ha aggiornato e ne ha rivisto il “look”. Inoltre ha cominciato ad analizzare i contributi formativi esteri e ne ha prodotto una “versione italiana”, alcune di queste revisioni riguardano la documentazione dei Director, come il Chapter Tool Kit, altre come i Seminari di Formazione Avanzata e il BNI Game vengono condivisi con i Membri. A proposito… chi vincerà il BNI Game del vostro Capitolo?

Il 1° luglio è stato il giorno in cui i Seminari di Formazione Avanzata sono stati presentati ai Regional Director e agli Executive Director per poi essere erogati nei prossimi mesi in tutte le Region attive…

Realtà o Illusione? Sfatare i più grandi miti sul Networking

16 settembre 2013 at 08:15

Il Networking è una moda passeggera?

Per fare Networking è necessario essere persone socievoli?

E’ possibile prevedere le referenze?

Tante sono le domande che nascono sul Networking e sulla sua efficacia per la vita lavorativa di professionisti e imprenditori.

Il libro Realtà o Illusione? Sfatare i più grandi miti sul networking (edizione italiana del libro di Ivan Misner, Truth or Delusion) è lo strumento per rispondere a queste e a tante altre domande sul Networking.

Un breve viaggio che attraversa tutti i “luoghi comuni” sul Networking rileggendoli in chiave critica e fornendo al lettore risposte inaspettate!
Metti alla prova la tua capacità di networking! Completa il test e scopri la tua abilità di Networker!

La famiglia BNI

16 settembre 2013 at 08:00

Marta Modina, Assistant Director BNI Piemonte 

Quando si vive una bella esperienza si tende a volerla condividere con chi si ama.

Così è successo anche a noi.

Io e Guglielmo, mio marito, siamo stati invitati alla riunione informativa del primo capitolo BNI del nostro territorio, il Canavese, territorio reputato, come la sua gente, chiuso e poco propenso ad accettare nuove iniziative e proposte.

Quel giorno nell’aria c’era qualcosa che ti faceva pensare che dovevi assolutamente esserci, che dovevi assolutamente partecipare. E da quel primo incontro è stato tutto un crescendo: le riunioni, la gente, le nuove conoscenze, la preparazione del lancio… Ogni settimana tornavamo a casa e raccontavamo ai nostri figli quello che avevamo vissuto, la motivazione e lo stimolo che l’esperienza ci trasmetteva.

Al lancio del nostro primo capitolo, il BNI Manhattan, anche nostra figlia Beatrice si è unita a noi, aiutandoci nell’organizzazione pratica dell’evento, e anche per lei è stato da subito amore. Sì, perché BNI ti può fare anche questo.

Malgrado sia ancora una giovane studentessa ha accolto al volo la filosofia del GIVERS GAIN- chi dà riceve- senza pregiudizi e anzi con molto entusiasmo, e ogni volta che le è stato consentito ha voluto esserci, partecipare, vedere, approfondire e capire fino in fondo questo sistema “antico e conosciuto” ma poco efficiente se non organizzato, che si propone di allargare le opportunità di business in un clima di persone ancora corrette e positive. C’è tutto un mondo fatto di aziende e professionisti pieni di ottimismo e voglia di andare contro corrente, dimostrando che le cose possono funzionare, se ci si impegna. Alla faccia della crisi!

BNI non è sicuramente la soluzione a tutti i problemi, ma è una buona cura contro il pessimismo, l’individualismo e… lo sconforto, anche questo.

Forse perché in casa nostra, intorno al nostro tavolo, i nostri ragazzi hanno sentito arrivare cose buone ed entusiasmo (in mezzo a tante altre difficoltà), hanno voluto vedere con i loro occhi, di loro spontanea volontà, e far parte di questa avventura.

Oggi siamo parte come Membri di tre capitoli, e da qualche tempo ci siamo attivati per portare noi stessi avanti il metodo BNI, come Assistant Director, mio marito, mia figlia ed io.

Oggi siamo una “famiglia BNI” che ringrazia Christian e Dario per averci creduto e aver voluto condividere con noi questa esperienza.

 

Da settembre Beatrice, studentessa presso l’Università Bocconi di Milano, svolge uno stage presso l’Ufficio Nazionale BNI Italia. Da parte di BNI Italia un caloroso benvenuto a Beatrice e l’augurio di una bella esperienza (ndr).

Tre piccioni con una fava

16 settembre 2013 at 07:45

Aldo Giarelli, Fotografo, Membro BNI Arneis    

Partecipare a un evento BNI ha sempre un duplice vantaggio: una giornata di formazione con spunti interessanti per spremere al meglio la propria vita di Capitolo e la possibilità di incontrare altri professionisti con che condividono il tuo stesso approccio al business.

A questi due aspetti ne ho unito un terzo, scattare una foto per un progetto lavorativo di foto corporate che sto proponendo ai professionisti, immagini molto potenti che descrivono la propria attività e la propongo al cliente con grande efficacia.

Partendo dalla foto che ho scattato, la descrivo, perché racconta bene quell’evento.

La sala è luminosa, pulita, logisticamente perfetta anche come dimensioni e capienza.

Referral Skill a Torino – Foto di Aldo Giarelli

Non era la prima volta che tornavo a seguire un Seminario BNI, infatti all’inizio di quest’anno mi sono ripresentato,dopo quasi 3 anni, al Member Success Program. Era esattamente un corso nuovo, con gli stessi argomenti di quelli che ascoltai io nel 2010, ma sviluppato in maniera estremamente più curata. Quindi, se non l’hai ancora rifatto, segnati il prossimo appuntamento e vacci, che fa bene a te e al tuo Capitolo BNI.

Nella foto quindi vedi solo noi, i discenti. Se ti dovessi descrivere i membri BNI che vedete in foto, ti direi “monelli”, perché l’atmosfera era leggera, incline alla battuta di spirito (ehi!! In BNI si ride!!!), a tratti irriverente come a scuola, ma al contrario dei liceali si era tutti estremamente focalizzati sul perché ci si fosse riuniti. E con la stessa inclinazione sorridente eccoci in cerchio a proporre i nostri 60 secondi in batteria.

Ho detto che ho preso tre piccioni con una fava: la mia foto, la formazione e la possibilità di nuove referenze. Io ho incontrato un contatto ottimo, non per me ma per l’avvocato civilista del mio Capitolo che annovera tra le sue migliori referenze gli amministratori di condominio e i gestori di patrimoni immobiliari. Era lì anche lui, li ho subito presentati e so che si son scritti. In BNI succede anche questo: che si lavora affinché un collega di Capitolo concluda un affare, e nessuno ti guarda male se dici che sei pure contento.